|

Luciana Littizzetto si scusa dopo la “battuta” su Napoli a Sanremo

Una “battuta” non riuscita in diretta televisiva, di pessimo gusto. Sotto accusa in rete, perché considerata come il solito luogo comune offensivo nei confronti della città di Napoli. Luciana Littizzetto è stato costretta a scusarsi dopo la gaffe commessa durante la prima puntata del Festival di Sanremo. Di fronte al pallanuotista Amaurys Perez, un cubano naturalizzato italiano, difensore della squadra napoletana Acquachiara e protagonista del “Settebello” – con l’Italia ha conquistato l’oro al Mondiale del 2011 a Shangai e l’argento alle Olimpiadi di Londra 2012, ndr – , Littizzetto non aveva trovato di meglio che azzardare: «Tu sei cubano e ora giochi a Napoli. Sono più buoni i sigari cubani o le Camel di contrabbando?». Un accostamento, quello tra la città partenopea e il contrabbando, che ha fatto infuriare i napoletani e non solo. Tra i social network non sono mancati gli attacchi verso Littizzetto, che si è scusata per la “battuta” infelice, precisando come non fosse sua intenzione offendere Napoli.

Prima serata del 64esimo Festival della canzone italiana
Luciana Littizzetto, Fabio Fazio e Amaurys Pérez, giocatore di pallanuoto cubano naturalizzato italiano

LUCIANA LITTIZZETTO E LE SCUSE DOPO LA BATTUTA INFELICE SU NAPOLI –  Sommersa dalla critiche in rete, in conferenza stampa Littizzetto ha spiegato: «Mi scuso con Napoli e i suoi cittadini, era solo una battuta da comica. Ai comici spesso si chiedono battute. Ma in politica si dicono delle cose peggiori e ci si scandalizza di meno rispetto alle mie battute da comica», si è difesa.


Videocredit: Calcionapoli24.it

L’accostamento tra il capoluogo campano e il contrabbando di sigarette era stato interpretato come una mancanza di rispetto verso la città. Un classico luogo comune, un pregiudizio antinapoletano. «Non volevo assolutamente offendere i napoletani o la città di Napoli, una città dove peraltro mi trovo sempre bene», ha concluso “Lucianina”, cercando di smorzare le polemiche.

LEGGI ANCHE: Francesco Sàrcina e la selfie sul palco di Sanremo

Photocredit: Lapresse

LUCIANA LITTIZZETTO E LE CRITICHE SUL WEB – Bastava leggere i commenti sui social network per comprendere l’indignazione dei napoletani (e non solo) nei confronti della Littizzetto, dopo la “battuta” mal riuscita. «Littizzetto e la sua equazione matematica contrabbando=Napoli. In ogni caso: Sanremo2014=trash», si leggeva. Ma non solo: «Una battuta a sfondo razzista di Littizzetto contro la città di Napoli», attaccavano altri. E non mancava chi chiedeva alla comica di scusarsi. Così come poi fatto dalla diretta interessata.

 

 

Il caso della battuta infelice della Littizzetto si è di fatto aggiunto alle perplessità su un Festival di Sanremo che non sembra appassionare i telespettatori. Per ora, resta una kermesse “flop” anche dal punto di vista dell’audience, come mostrato dal crollo degli ascoltatori nella seconda serata.