|

L’animale che fa sesso fino a morire

Tre nuove specie di antechini, piccoli marsupiali insettivori simili a roditori, conosciuti per le abitudini sessuali suicide, sono state scoperte in una remota foresta pluviale nel nordest dell’Australia.

Antechini sesso (2)
(Photocredit: Wikipedia)

SUICIDIO RIPRODUTTIVO – Caratteristico degli antechini è il «suicidio riproduttivo», una forma di semelparità, cioè di riproduzione una sola volta nella vita, in cui i maschi hanno un ciclo vitale talmente breve che si riproducono un’unica volta nella vita e muoiono in massa nella stagione dell’accoppiamento, dopo un’impennata dei livelli di ormoni dello stress e il collasso del sistema immunitario.

SCOPERTA ECCEZIONALE – La scoperta di zoologi dell’Università di Tecnologia del Queensland, nella foresta tropicale di Gondwana, patrimonio mondiale dall’Unesco, è descritta come «eccezionale». «Tipicamente vi sono solo un paio di nuove specie di mammiferi che vengono scoperte nel mondo ogni anno. Quindi trovare tre nuove specie, tutte nella stessa area, è straordinario – scrive il responsabile della ricerca, Andrew Baker sulla rivista Zootaxa – Sono rimaste relegate nel punto più alto, più freddo e umido della foresta a 1000 metri di quota. Con la loro spessa pelliccia, probabilmente è l’ambiente più favorevole». La rapida scoperta di tante nuove specie indica «un’esplosione di diversità» fra i mammiferi nell’ultimo milione di anni, e grazie alle nuove tecniche di Dna, «è più facile identificarle», aggiunge Baker. «Nuove specie attendono di essere scoperte. Questa potrebbe essere solo la punta dell’iceberg».

 

LEGGI ANCHE: Il sesso peggiore del mondo

 

PRONTI A MORIRE DOPO IL SESSO – I maschi degli antechini possono arrivare a copulare fino a 12 ore al giorno, per il successo riproduttivo. In tal modo deprivano il loro corpo di proteine vitali e sopprimono il sistema immunitario, sì da liberare energia metabolica supplementare. E in seguito alla stagione degli amori sono così esausti fisiologicamente da morire letteralmente di stenti. Le femmine sono molto promiscue, beneficiando dell’intensa concorrenza sessuale. La riproduzione letale, o semelparità, non è unica ai piccoli marsupiali. La mantide religiosa decapita il maschio subito dopo il sesso e la vedova nera lo mangia. I maschi dell’ape muoiono dopo l’accoppiamento a causa di un’eiaculazione esplosiva che distrugge il pene. E i salmoni, sia maschi che femmine, nuotano controcorrente fino ai luoghi di origine; dopo l’accoppiamento e dopo che la femmina ha deposto le uova, muoiono per lo sfinimento. (ANSA)

(Photocredit copertina: datosfreak.org)