Il nuovo Google Maps

di Redazione | 20/02/2014

Google ha annunciato che sta lanciando la nuova versione di Google Maps che sarà introdotta come opzione predefinita per tutti. Lo scorso anno  in occasione della conferenza degli sviluppatori del colosso si Mountain View era stato detto che gli utenti sarebbero stati in grado di passare da una versione all’altra, eppure, come riporta la società, la maggior parte degli utenti ha deciso di continuare ad utilizzare la vecchia versione, quindi, a partire da ieri, Google ha cominciato a spostare tutti gli utenti sul nuovo Google Maps, cosa che necessiterà di un paio di settimane di tempo. Gli utenti che non amano la nuova versione potranno poi tornare a quella vecchia, anche se in futuro Google potrebbe decidere di eliminarla del servizio, riporta TechCrunch.

nuovo google maps 2

LE NOVITÀ – Jonah Jones, sviluppatore capo di Google Maps ha detto che negli ultimi mesi il team si è concentrato molto sulla velocità del servizio, rintrodicendo i percorsi a destinazione multipla, il pegman. Inoltre vi saranno i nuovi 3d Earth Tours e il tutto verrà integrato con gli aggiornamenti sugli incidenti stradali grazie alla neo acquisita Waze. La più grande differenza tra la vecchia e la nuova versione è però che quella nuova è completamente personalizzata. Segnalerà i posti che avete votato ed evidenzierà automaticamente i luoghi correlati, quando ad esempio si seleziona un ristorante.  Inoltre l’iconografia ed i colori delle mappe sono stati modificati per rendere tutto più chiaro.

Leggi anche: Le recensioni dei gulag nordcoreani su Google Maps.

LE NUOVE TECNOLOGIE – Jones ha detto anche che non apprezza molto come il servizio abbia utilizzato le immagini satellitari «abbiamo sempre avuto l’idea implicita che dovevamo dare le stesse informazioni sia sulle mappe satellitari che sulle altre, cosa che potrebbe essere stata un errore». Ora con le mappe personalizzate, il team è stato in grado di cambiare anche il modo in cui vengono visualizzate le informazioni in modalità “satellitare”. Gran parte di queste novità sono state possibili perchè è stato modificato il sistema su cui erano basati i primi Google Maps, che scaricavano un file png ogni volta, il che non permetteva molta flessibilità. La nuova versione invece è vettoriale cosa che consente delle modifiche in tempo reale. Le nuove teconologie web come WebGl rendono inoltre possibile il fatto che anche Google Erarth 3D funzioni bene su applicazioni come Google Maps.