|

Lo sapevi che 22 febbraio c’è un’altra fine del mondo?

L’Apocalisse è un finale classico per molti culti e anche i vichinghi l’hanno aggiunta volentieri al loro set di credenze quando si è trattato di risolvere il problema di come andava a finire.

ragnarok 1

LA FINE DEL MONDO – L’Apocalisse vichinga si chiama Ragnarok e assomiglia un po’ al giudizio universale, se non che invece d’essere un giudizio sarà una grande battaglia nella quale troveranno la morte molti degli dei, ci saranno grandi catastrofi naturali e il pianeta finirà sommerso se non spaccato a metà

PRENDETE NOTA – Il tutto dovrebbe cominciare succedere il 22 febbraio, ma evidentemente la notizia non ha avuto la stessa eco offerta all’apocalisse Maya, con la fuga del lupo Fenrir dalla sua prigione, l’uscita del serpente Jormungand dal mare e con il dragon che riposa nelle viscere della terra che si risveglierà per affrontare gli eroi morti e temporaneamente ospiti del Valhalla, il paradiso dal quale scenderanno per prendere aprte alla battaglia finale. Odino sarà ucciso da Fenrir e seguiranno tra inverni consecutivi senza estati, etica e moralità spariranno e in tutto il mondo tutti si combatteranno fino alla fine.

FINISCE IN GLORIA – Poi il lupo Skoll si mangerà il Sole e suo fratello Hati la Luna, facendo cadere le stelle e provocando potenti terremoti, alla fine rimarranno pochi dei e solo due umani, un uomo e una donna. E tutto ricomincerà. I vichinghi di oggi non sembrano molto preoccupati, per la data fatidica hanno in programma un festival nella città britannica di York, il festival di Jorvik, durante il quale è in programma esclusivamente lo sterminio di grandi quantità di birra.