Jamie Coots: il predicatore dei serpenti morto per un morso

di Redazione | 17/02/2014

Il predicatore religioso dei serpenti Jamie Coots, star del programma tv “Snake Salvation” è morto per essere stato morso da un serpente ed aver rifiutato le cure mediche, riporta la CNN. Il predicatore sarebbe stato aggredto durante una funzione religiosa avvenuta il 15 febbraio con la sua congregazione a Middlesboro, in Kentucky.

CURE RIFIUTATE – L’uomo è stato morso sulla mano destra, i soccorsi sarebbero arrivati in chiesa intorno alle 8.30, ma Coots era già andato a casa. I soccorritori avrebbero tentato di medicare l’uomo in casa sua e l’hanno avvisato dei rischi che stava correndo, ma Coots non ha voluto seguirli in ospedale. L’uomo era anche protagonista del reality show “Snake Salvation” su National Geographic, che si basava su un passaggio della Bibbia secondo il quale chi era stato unto dal signore non avrebbe potuto essere danneggiato dal morso di un serpente velenoso. In passato Coots aveva perso mezzo dito per il morso di un serpente ed era anche stato arrestato perchè in casa sua aveva 74 rettili.

Leggi anche: L’uomo che viveva con 400 serpenti decomposti in casa.

UN UOMO DI FEDE – Il National Geographic si è unito al dolore dei familiari e degli amici dell’uomo: «Seguendo Jamie Coots per la nostra serie “Snake Salvation” eravamo costantemente colpiti dalla sua devozione religiosa che a volte sfidava anche la legge e la vita per dimostrare quanto fosse una chiara prova della sua fede». Cody, il figlio di Coots, ha detto ad una stazione televisiva che suo padre era stato morso ben otto volte prima di questa, ma che non aveva mai avuto una reazione del genere, dicendo che di solito «Tornavamo casa, si sdraiava sul divano, soffriva e pregava per un po’ e poi stava meglio. Questo succedeva tutte le volte, eccetto questa», ha concluso il ragazzo.