|

Risultati Elezioni Sardegna: Pigliaru ha vinto

FRANCESCO PIGLIARU, LA SCHEDA

RISULTATI ELEZIONI SARDEGNA: ARRIVA LA CHIAMATA – Cappellacci telefona Pigliaru per complimentarsi. E’ il via della vittoria del candidato di centrosinistra.

RISULTATI ELEZIONI SARDEGNA: FESTA DA PIGLIARU – Urla di felicità, applausi e lacrime. Così i sostenitori di Francesco Pigliaru, candidato presidente della Regione Sardegna del centrosinistra, hanno reagito all’ultimo aggiornamento che vede il renziano in vantaggio a 700 sezioni scrutinate. «È un risultato difficile da ribaltare» ha commentato Silvio Lai, segretario del Pd sardo. «La Sardegna si mette Cappellacci alle spalle e riparte da un progetto serio di cambiamento», commenta così l’ex presidente della Regione Sardegna Renato Soru ha commentato all’Agi i risultati parziali del voto, che danno in vantaggio il candidato governatore del centro sinistra Francesco Pigliaru. A 946 sezioni su 1836 il distacco Pigliaru-Cappellacci scende a 4,7 punti.

RISULTATI ELEZIONI SARDEGNA: PIGLIARU IN TESTA A 839 sezioni su 1836 Pigliaru supera al 43,88%, Cappellacci 38,28%. Seguono Murgia a 10,4 e Devias 1,0 e Sanna 0,8. Pili va al 5,7 per cento. Avanti insomma di 5 punti circa (5,6%).

 

RISULTATI ELEZIONI SARDEGNA: AD OLBIA VINCE CAPPELLACCI (WTF?) -Ad Olbia con 25 sezioni scrutinate su 48 Cappellacci è il più votato. Olbia è stato uno dei comuni più colpiti dall’alluvione. In molti in rete si chiedono come il governatore uscente abbia stravinto in questo caso sul candidato di centrosinistra che ha totalizzato 39,71.

 

Una visione desolante di una sede di “Qui Ora”

 

RISULTATI ELEZIONI SARDEGNA: I GRAFICI – 683 sezioni scrutinate. Pigliaru (44,4%) è sempre in testa distante di 5,5 punti da Cappellacci (38,2%). Lo scrutinio dovrà obbligatoriamente finire alle 19 in base alle normative. Alle 17.30 prevista conferenza stampa del Partito Democratico. Ci siamo.

 

Su questo blog Ideazione ecco come andò lo spoglio del 2009 (pochi punti anche lì). Ecco i nomi e i voti su Sagregna:

risultati elezioni sardegna 4

(Sagregna)

RISULTATI ELEZIONI SARDEGNA: MURGIA FERMA -Scrutinate 577 sezioni su 1836. Pigliaru si ferma al 44,14%, Cappellacci 38,68% e segue Michela Murgia al 10,10%. A Cagliari sono state scrutinate 103 sezioni su 175. Il candidato del centrosinistra (renziano della prima ora) appare ancora in vantaggio. La distanza tra i primi due candidati e di 5,5 punti.

 

RISULTATI ELEZIONI SARDEGNA: PIGLIARU VINCE – «Il dato non può far gioire nessuno neanche in caso di vittoria», spiega Velentina Sanna (Comunidades) nel salotto di Videolina. Il Pd non è che abbia brillato in modo particolare durante queste regionali. Con oltre 500 seggi siamo sui 27.837 (44,56), segue Cappellacci 22.751 (38,28), segue la coalizione di Murgia (10,10 per cento), 5,48 per cento Pili e via a seguire Devias (1,03) e Sanna (0,53). Sezioni scrutinante 518 su 1836.

 

Qui sotto una foto di Soru nel quartiere generale di Pigliaru diffusa dalla Nuova Sardegna su Twitter:

risultati elezioni sardegna 7

(Nuova Sardegna)

RISULTATI ELEZIONI SARDEGNA: PIGLIARU SEMPRE IN TESTA – Con 391 sezioni su 1.836 Pigliaru è sempre avanti, ma Cappellacci riduce il distacco: è sotto di 5,8 punti. Pigliaru si ferma al 44,1 per cento, Cappellacci al 38,3 per cento. Segue Michela Murgia 10,6 e Mauro Pili 5,7, Devias 0,9 e Sanna 0,5. Paolo Fadda oramai ex sottosegretario del Ministero della Salute: «Questo risultato che oramai si sta consolidando credo sia un buon auspicio per il governo che si sta formando. Noi stavamo rischiando di farci del male gli elettori ci hanno dato una fiducia che non possiamo tradire». Così, il commento dal quartier generale di Pigliaru in attesa della classica telefonata dello sfidante principale che dà il via libera all’ingresso di Pigliaru da trionfatore nella sede in via Bottega.

risultati elezioni sardegna 4

Frame diretta Videolina
Frame diretta Videolina

 

RISULTATI ELEZIONI SARDEGNA: MURGIA SOPRAVVALUTATA? -«Dieci punti sono tanti considerando il ruolo della Murgia che è stata probabilmente sopravvalutata così come è stato sottovalutato Pili. Va bene così », si commenta così il voto dal quartiere generale di Pigliaru dove già si respira aria di “festa”. Nel mentre in studio a videolina Francesca Barracciu del Pd avvisa in diretta che il nome di Pigliaru l’ha avanzato anche lei in quella riunione dem dove si doveva rinnovare la corsa alle regionali dopo gli scandali che hanno travolto il partito.

risultati elezioni sardegna 4

(Le sezioni scrutinate sono 391 su 1.836)

 

RISULTATI ELEZIONI SARDEGNA: E L’HASHTAG #UGOMERDA – In alternativa su Twitter si apostrofa così il governatore uscente che se la gioca con Pigliaru per la poltrona della Regione:

 

 

RISULTATI ELEZIONI SARDEGNA: SU 234 PIGLIARU IN TESTA – Neanche mezz’ora fa c’era tutta altra situazione. Ecco le percentuali in aumento per il candidato di centrosinistra 45,7 per cento per lui. risultati elezioni sardegna 4 (Infografica Nuova Sardegna)   RISULTATI ELEZIONI SARDEGNA: I TWEET DEI FAKE – Mentre la polemica sullo spoglio lento continua, qui sotto alcuni tweet dei candidati fake on line. Il governatore ha il numero più alto di doppi profili:

 

 

  Nel mentre in sala stampa…

RISULTATI ELEZIONI SARDEGNA: PIGLIARU IL PIÙ VOTATO A SASSARI – Francesco Pigliaru è sempre avanti a Sassari. Secondo i dati pubblicati sul sito istituzionale del Comune, a scrutinio ha superato del 25%, il candidato del centrosinistra è in vantaggio nella sua città con il 56,82%. Segue Cappellacci fermo al 28,52%, mentre la scrittrice Michela Murgia (Sardegna Possibile) arriva all’8,55%. Il candidato della coalizione del Popolo Sardo, Mauro Pili (ex Pdl) raggiunge il 4,25%, l’indipendentista Pier Franco Devias supera di poco l’1% e Gigi Sanna con il suo Movimento Zona Franca restano allo 0,55%.

Pigliaru al voto (Foto LaPresse)
Pigliaru al voto (Foto LaPresse)

 

 

RISULTATI ELEZIONI SARDEGNA: PIGLIARU SORPASSA UGO – Siamo a quota 186 sezioni e Pigliaru soprassa Cappellacci. Il candidato dem sta al 46,1 mentre il governatore uscente è fermo al 37,0. Insomma si cambia sempre:

risultati elezioni sardegna 4

RISULTATI ELEZIONI SARDEGNA: ASTENSIONE E 5 STELLE -«Il forte astensionismo in Sardegna prelude ad una situazione di incertezza. Anche grazie alla legge elettorale pensata dai soliti politicanti, per ingarbugliare ancor più la situazione e favorire l’ingovernabilità. Una legge elettorale peggiore persino del Porcellum. Non credo che questo nuovo governo sardo durerà molto. Credo che quando avrà fatto il suo corso, questo sistema partitico si sarà liquefatto del tutto e la Sardegna rinascerà». Così Manuela Corda, deputata 5 Stelle commenta il forte astensionismo nell’isola.

risultati elezioni sardegna 4

RISULTATI ELEZIONI SARDEGNA: COME HANNO VOTATO? – Come hanno votato i candidati? Michela Murgia è stata ieri la prima a votare fra i sei candidati alla presidenza della Regione Sardegna. La leader di Sardegna Possibile si è recata alle 10:25 nella scuola media di via Trieste a Cabras (Oristano) esprimendo il suo voto poco dopo. Murgia è appoggiata dalla coalizione delle liste Comunidades, Gentes e ProRes. Francesco Pigliaru, candidato del Centrosinistra alla presidenza della Regione Sardegna, ha votato alle 10:45 a Cagliari nel seggio allestito nella Scuola elementare Satta in piazza del Carmine. Il professore universitario e prorettore dell’Ateneo di Cagliari guida una coalizione di 11 liste: Pd, Sel, Centro Democratico, Partito dei Sardi, La Base, Rossomori, Sinistra sarda (Pdci e Rifondazione), Upc, Irs, Idv-Verdi e Psi. Ugo Cappellacci, attuale governatore e candidato del Centrodestra alla presidenza della Regione Sardegna, ha votato alle 11:15 a Cagliari nel seggio allestito nella Scuole elementari Randaccio in via Venezia. Con lui anche i suoi due figli che votano per la prima volta alle Regionali. Cappellacci guida una coalizione di sette liste: Forza Italia, Udc, Riformatori, Fratelli D’Italia, Partito Sardo d’Azione, Uds e Zona Franca Randaccio. Pier Franco Devias, candidato del Fronte Indipendentista Unidu alla presidenza della Regione Sardegna, ha votato alle 11:45 a La Caletta di Siniscola (Nuoro) nel seggio allestito nella Scuola elementare. Alle 12:47 il candidato del Movimento Zona Franca alla carica della presidenza della Sardegna, Gigi Sanna, ha varcato la soglia delle scuole elementari Sacro Cuore di Oristano, sede del seggio elettorale. Il candidato era accompagnato al voto dalla moglie e da uno dei figli. (ANSA)

Ecco qui Murgia al momento del voto (FB)
Ecco qui Murgia al momento del voto (FB)

RISULTATI ELEZIONI SARDEGNA: DIMINUISCE DISTANZA TRA PIGLIARU E CAPPELLACCI – Su 82 sezioni Cappellacci viaggia a 42, 3 per cento e Pigliaru al 41, 5. Murgia si attesta al 10 per cento, Pili 5 per cento, Devias 0,7 e Gigi Sanna di Movimento Zona Franca 0,4.

risultati elezioni sardegna 4

Qui sotto una proiezione di Bidimedia:

risultati elezioni sardegna 4

 

 

RISULTATI ELEZIONI SARDEGNA: CAPPELLACCI STACCA DA PIGLIARU – Su 49 sezioni Cappellacci 44,18 per cento, Pigliaru 40,01, Michela Murgia 9,98 per cento, Mauro Pili 4,50 per cento, Devias 0,81 e 0,49 Sanna.

risultati elezioni sardegna 4

RISULTATI ELEZIONI SARDEGNA: CAPPELLACCI IN VANTAGGIO SU PIGLIARU – Su 46 sezioni su 1836. Cappellacci 44,18%, Pigliaru 40,01%. Sanna viaggia al 0,49%, Devias 0,81%, Pili al 4,50% e Michela Murgia 9,98 per cento. risultati elezioni sardegna 4 Dalla Nuova: risultati elezioni sardegna 4 RISULTATI ELEZIONI SARDEGNA: PERCHÉ LO SPOGLIO VA A RILENTO – Un sardo su due ha deciso stavolta di non andare a votare. Perché? Perché c’è un tasso disoccupazione vicino al 18 per cento e con 600 milioni di euro di danno nell’ultima alluvione con fondi che tardano ad arrivare, una profonda disaffezione politica a cui il prossimo governatore dovrà rimediare. Perché lo spoglio va a rilento? Per via di una delle disposizioni inserite nella legge regionale n. 7 del 1979 per l’elezione del Consiglio Regionale della Sardegna, che sta rallentando, di fatto, le operazioni di spoglio e l’invio dei dati dai Comuni al servizio elettorale della Regione. Lo comunica l’ufficio stampa di viale Trento: «è vietato eseguire lo scrutinio dei voti di preferenza separatamente dallo scrutinio dei voti di lista; è vietato eseguire lo scrutinio i voti di lista separatamente dallo scrutinio dei voti per il candidato alla carica di Presidente della Regione». Oltre a fissare questo criterio rigido per lo spoglio, un altro “intoppo” è rappresentato dalle timbrature. «La norma al quarto comma dell’art. 64, prevede che quando una scheda non contiene alcuna espressione di voto, sul retro della stessa viene subito impresso il timbro della sezione”. Timbro che va apposto subito anche sulle schede che contengono un voto di lista, ma senza l’indicazione della preferenza per il consigliere». Infine, va apposto timbro «in tutte le parti in cui sono riportati i nomi e i cognomi dei candidati alla carica di Presidente», per le schede dove l’elettore non ha espresso il voto per il Presidente.

  RISULTATI ELEZIONI SARDEGNA: L’APP PER SEGUIRE LE ELEZIONI – Su Sagregna si posso seguire alcuni dati in tempo reale. Mentre invece su SondaggiBiDiMedia si aggiorna tutto via Twitter.

Update Sassari: 17 su 137: 27,49% (Cappellacci) vs 57,83% (Pigliaru) Trend stabile 10.35 i dati ufficiali sono ancora fermi a 8 sezioni, continuiamo con quelli più o meno ufficiosi: Alghero primi 7386 voti (varie sezioni e parziali) cappellacci 47,48 Pigliaru 41,82 Murgia 8,84 Nel Comune di Cagliari (4 sezioni su 175) Pigliaru è avanti con il 45,85% dei voti. Cappellacci dietro con 36,23%. Michela Murgia terza con 11,2% delle preferenze. Poi tutti gli altri.

RISULTATI ELEZIONI SARDEGNA: 17 SEZIONI REGIONALI – Attualmente con sezioni regionali scrutinate: 17 su 1836 e sezioni circoscrizionali scrutinate: 14 su 1836. Come sono le percentuali? Movimento zona franca con Lugi Amedeo Sanna viaggia al 0,44 per cento, viaggia sul 38,24 per cento la lista Cappellacci di centrodestra mentre il Pd e il centrosinistra di Pigliaru sta a quota 45,18 per cento. L’outsider Michela Murgia ottiene con una lista indipendente 11,10 per cento mentre Mauro Pili 4,40 per cento e l’indipendentista Pierfranco Devias 0,63 per cento.


Si va comunque lenti:

RISULTATI ELEZIONI SARDEGNA: MINACCE E SEGGIO SOSPESO -A Ilbono comune dell’Ogliastra si è sospeso lo scrutinio nel seggio per minacce di morte scritte su una scheda. La notizia gira già in rete: risultati elezioni sardegna Ne dà notizia anche la Nuova Sardegna:

 

Intanto qui i risultati da Olbia:

 

RISULTATI ELEZIONI SARDEGNA: LA DIRETTA

RISULTATI ELEZIONI SARDEGNA: ELETTORI INFURIATI SUL WEB – Il popolo del web sembra infuriato per la lentezza con cui procede lo scrutinio delle schede elettorali in Sardegna dove ieri, nell’unica giornata in cui si è votato per le regionali, si sono espressi appena 774.917 elettori, cioè uno su due aventi diritto, secondo l’ultimo aggiornamento sull’affluenza diffuso stamane dalla Regione. «Se lo spoglio procede con questo ritmo, ci vorranno 690 ore, circa 280 giorni», ha scritto qualcuno. «In Sardegna lo spoglio va così a rilento che farà prima Matteo Renzi a diventare presidente della Repubblica», ha ironizzato qualche altro su Twitter. E ancora: «Dopo lo spoglio delle regionali s’inizia quello delle europee, noi ai tempi morti». «Ma gli scrutatori sono al mare?».

RISULTATI ELEZIONI SARDEGNA: LE PRIME 14 SEZIONI – Alle 10.40, dopo lo spoglio delle prime 14 sezioni sulle totali 1.836, Francesco Pigliaru, candidato alla presidenta della Regione del centrosinistra sostenuto da ben 11 liste, è in vantaggio con il 42,98% dei voti sul governatore uscente e leader del centrodestra Ugo Cappellacci, appoggiato da 7 liste, fermo al 39,20%. Michela Murgia fa registrare invece il 12,33% dei consensi. Mauro Pili il 4,53%. Pier Fracno Devias lo 0,56%. Luigi Sanna lo 0.37%.

risultati elezioni sardegna 3

RISULTATI ELEZIONI SARDEGNA: I DATI A RILENTO – I risultati dall’Ufficio elettorale sembrano arrivano a rilento perché questa mattina, dalle 7, i componenti delle 1.836 sezioni hanno dovuto, prima del conteggio, verificare il numero dei votanti. La situazione dovrebbe comunque normalizzarsi a breve.

RISULTATI ELEZIONI SARDEGNA: IL COMUNE PIU’ PICCOLO – Buoni segnali per il candidato del centrosinistra Francesco Pigliaru arrivano al comune più piccolo della Sardegna. A Baradili, in provincia di Oristano, Pigliaru si è imposto col 53,84% dei voti su Ugo Cappellacci, governatore uscente e leader della coalizione di centrodestra, fermo al 25,64%. Michela Murgia, Sardegna Possibile, ha fatto registrare il 12,82%, Mauro Pili (Popolo sardo) il 7,69%. Va considerato comunque che a Baradili si sono recati alle urne solo 44 elettori sui complessivi 82 (il 53,66%).

RISULTATI ELEZIONI SARDEGNA: IL PD COMINCIA BENE – Stando ai risultati delle Elezioni regionali in Sardegna diffusi dal sito regione.sardegna.it e relativi alle prime sezioni scrutinate il Pd sarebbe primo partito dell’isola. Alla lista Democratica a sostegno del candidato del centrosinistra Francesco Pigliaru viene attribuito circa il 25% dei consensi.

RISULTATI ELEZIONI SARDEGNA: ALL’INIZIO TESTA A TESTA DESTRA-SINISTRA – Alle 10 e 20 i primi dati sullo spoglio delle schede delle Elezioni regionali in Sardegna raccontano di un testa a testa tra i due favoriti per il successo. I risultati delle prime 8 sezioni sulle complessive 1.823 assegnano al presidente di Regione uscente Ugo Cappellacci il 38,32% dei consensi. Lo sfidante del centrosinistra Francesco Pigliaru si ferma poco lontano, al 37,60%. Michela Murgi fa registrare il 16,85%. Mauro Pili il 6,48%. Pier Franco Devia lo 0,57%. Luigi Sanna lo 0,14%.

 

Elezioni regionali in Sardegna, i candidati al voto

 

La Sardegna attende i risultati delle Elezioni regionali che si sono svolte ieri. A contendersi l’incarico di governatore sono complessivamente sei candidati: Ugo Cappellacci, presidente della Regione uscente e leader della coalizione di centrodestra, Francesco Pigliaru sostenuto dal centrosinistra, Michela Murgia, a capo dello schieramento Sardegna Possibile, Pier Franco Devias del Fronte Indipendentista Unidu, Mauro Pili, appoggiato dalla coalizione del Popolo Sardo, e infine, Gigi Sanna del Movimento Zona Franca. Non è previsto alcun ballottaggio.

 

 

I CANDIDATI E LE LISTE – Complessivamente sono 27 le liste in corsa per i posti in Consiglio regionale. Nel dettaglio, Ugo Cappellacci è sostenuto da uno schieramento di centrodestra composto da 7 formazioni: Forza Italia, Udc, Riformatori, Fratelli D’Italia, Partito Sardo d’Azione, Uds e Zona Franca Randaccio. Francesco Pigliaru è invece appoggiato da ben 11 liste di centrosinistra: Pd, Sel, Centro Democratico, Partito dei Sardi, La Base, Rossomori, Sinistra sarda, Upc, Irs, Idv-Verdi e Psi. Michela Murgia da 3 simboli: Comunidades, Gentes e ProgRes. Pier Franco Devias dal Fronte Indipendentista Unidu. Mauro Pili da quattro formazioni: Unidos, Mauro Pili presidente, Fortza Paris e Soberania. Gigi Sanna del Movimento Zona Franca.

L’AFFLUENZA – I primi dati pervenuti riguardano l’affluenza. Nell’unico giorno di voto il tasso dei votanti (nelle 1.836 sezioni) si è fermato al 52,23% degli aventi diritto, in calo di circa 15 punti rispetto al 67,58% rilevato nel 2009, quando si votava però anche il lunedì.

(Fonte foto: archivio LaPresse)