La tempesta di neve che flagella il sud-est degli Stati Uniti

di Alberto Sofia | 13/02/2014

Almeno dodici vittime, mezzo milione di case rimaste senza corrente elettrica, traffico paralizzato tra ingorghi e incidenti e migliaia di voli cancellati. Questo il bilancio della tempesta di neve e ghiaccio che sta colpendo il sud-est degli Stati Uniti. Già i meteorologi avevano definito l’evento climatico come «potenzialmente catastrofico». Tra le aree più colpite c’è il North Carolina, dove si sta ripetendo quanto avvenuto ad Atlanta poche settimane fa. Migliaia le persone rimaste bloccate con la propria automobile tra la neve: a Charlotte, principale città dello Stato, si registrano code infinite, mentre il presidente degli Stati Uniti ha firmato lo stato d’allerta, così come già fatto per la Georgia.

Tempesta Stati Uniti North Carolina 4

LA MEGA TEMPESTA NEL SUD-EST DEGLI STATI UNITI – Come ha spiegato anche il Washington Post, tra Georgia, Virginia e la stessa North Carolina sono stati annullati più di tremila voli aerei, mentre quasi 500mila case restano sprovviste di elettricità, a causa di guasti alla rete. Tutto mentre ghiaccio, neve e maltempo si è spostato adesso verso gli stati del Nord, tra le aree di New York, Washington e Boston. Secondo le previsioni, sono attesi a Manhattan tra i venti e i trenta centimetri di neve, mentre secondo i media americani la tempesta potrebbe ancora comportare gravi problemi per il territorio del North Carolina. Non sono mancate le critiche per il ritardo nel comprendere l’entità del maltempo da parte delle autorità, nonostante i meteorologi avessero avvertito del potenziale della tempesta.


Videocredit: Cnn

Migliore la situazione tra Georgia e Atlanta. Dopo i problemi di una decina di giorni fa, il governatore, Nathan Deal e il sindaco della città, Kasim Reed, hanno proclamato lo stato d’allerta per tempo, invitando i cittadini a non abbandonare le proprie case per due giorni.

Photocredit: Twitter

LEGGI ANCHE: Maltempo: Pisa aspetta la piena dell’Arno

LE VITTIME – Le vittime sono almeno dodici, quasi tutte a causa di incidenti stradali. Nel Texas settentrionale sono morte quattro persone, compreso un pompiere di Dallas, travolto al lavoro da un’auto che aveva perso il controllo a causa del ghiaccio. Il maltempo non offrirà agli americani alcuna tregua per almeno altre ventiquattro ore, spostandosi verso Nord-Est. Il gelo sta per ora mettendo a dura prova Georgia, il Texas, il Tennessee, l’Alabama, il Mississipi, la North Carolina e la Carolina del Sud. Nel primo di questi Stati restano chiusi gli uffici, mentre le forze dell’ordine stanno pattugliando le principali arterie stradali, soprattutto per aiutare i cittadini in caso di incidenti per colpa del ghiaccio.

Tempesta Stati Uniti North Carolina

Nikki Haley, governatrice della South Carolina, ha postato su Facebook l’allarme ghiacchio e blackout, sollecitando i cittadini a non usare candele ma solo torce elettriche.

Tempesta Stati Uniti North Carolina 13

Tremila circa i voli cancellati, soprattutto ad Atlanta, Charlotte e Releigh. Se la compagnia aerea Delta ha dimezzato il proprio volume nella giornata di oggi, con più di un migliaio di voli cancellati, la Southwest Airlines ha fatto sapere di aver annullato tutte le partenze da Atlanta. Secondo le previsioni del Servizio Meteo Nazionale, adesso pesanti nevicate sono attese anche a New York, dove le scuole sono rimaste oggi chiuse.

Tempesta Stati Uniti North Carolina 14

 

Neve e ghiaccio previsto anche a Boston e nella capitale Washington, mentre in Florida è tornato l’incubo tornado.