Sochi 2014: un bacio lesbo delle t.A.T.u. alla cerimonia di apertura?

di Valentina Spotti | 07/02/2014

Qualcuno se le ricorderà per un singolo-tormentone che per mesi colonizzò i canali musicali dei primissimi anni del Duemila, altri per il celebre bacio saffico che le due ragazze si scambiarono sul palco del Festivalbar. Le t.A.T.u, il duo pop russo che un decennio fa raggiunsero il successo e la notorietà anche a livello internazionale grazie soprattutto allo scandalo suscitato dalla loro pseudo-relazione lesbo, fanno parte del gruppo di artisti che, questa sera, parteciperanno all’attesa cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici Invernali di Sochi 2014.

t.A.T.u. cerimonia apertura sochi 2014

T.A.T.U.: IL DUO LESBO CONTRO LE POLEMICHE? – A rivelare alcuni dettagli dell’evento è stato Konstantin Ernst, produttore creativo della cerimonia di apertura: la speranza di Mosca è quella di riuscire a spazzare via le polemiche che hanno accompagnato la preparazione della sua prima Olimpiade dopo il crollo dell’ex Urss. Insieme alle t.A.T.u è stato fatto anche il nome della celebre soprano, Anna Netrebko.

Guarda le foto:

T.A.T.U. DAL VIVO PRIMA DELLA CERIMONIA DI APERTURA DI SOCHI 2014 – Konstantin Ernst, direttore generale della televisione di Stato Primo Canale, Ernst è stato definito dalla stampa occidentale il «maestro di cerimonie di Vladimir Putin». In conferenza stampa ha confermato la presenza allo stadio Fisht della diva Netrebenko che, ha precisato, «canterà l’inno olimpico in russo». Quanto alle t.A.T.u., ha anticipato che le due ragazze si esibiranno dal vivo nello spettacolo che precederà l’apertura ufficiale vera e propria. Il «maestro di cerimonie» ha così confermato quanto già trapelato circa la partecipazione del duo finto-lesbo all’atteso evento, davanti a capi di Stato e governo giunti apposta in riva al Mar Nero da diversi Paesi del mondo.

 

LEGGI ANCHE: Sochi 2014: i riflettori sul paese che attacca i gay

 

CHI SONO LE T.A.T.U. – Lena KatinaJulija Volkova, ormai quasi trenenni, erano balzate alla ribalta internazionale intorno al 2002 con il nome di t.A.T.u. (acronimo che in russo sta a significare «Questa e Quella»), duo pop che faceva della propria presunta relazione omosessuale il tema centrale delle proprie canzoni, come il fortunatissimo singolo All the Things She Said, diventato popolare anche in Italia grazie a un video che mostrava le due ragazze in gabbia e esposte allo scherno dei passanti che le giudicava «diverse».

LE T.A.T.U. E IL BACIO SAFFICO – La loro storia d’amore venne smentita più tardi, ma il pubblico le ricorda per quel bacio che le due ragazze si scambiavano sul palco durante l’assolo di chitarra della loro canzone più famosa. Bacio che fu immortalato anche al Festivalbar: una scena che suscitò un certo scalpore:

E in una puntata di TRL:

 

(Photocredit: Getty Images)