Paul Walker: ecco i risultati dell’autopsia

di Redazione | 03/01/2014

La Porsche su cui viaggiava l’attore Paul Walker, morto lo scorso 30 novembre per uno schianto dell’auto contro un albero, andava a più di 160 chilometri orari. E’ quanto emerso dall’autopsia e dagli esami condotti dal medico legale.

paul walker

PAUL WALKER, L’AUTOPSIA – L’attore, che potrebbe essere sopravvissuto per qualche istante dopo l’impatto, sarebbe morto poco dopo a causa di una combinazione di lesioni da impatto e per le fiamme che sono scaturite dal veicolo, secondo quanto riportato dalla CNN. La relazione preliminare rilasciata mercoledì dall’ufficio del coroner sostiene che la morte dell’attore sia dovuta ad “effetti combinati di lesioni traumatiche e termiche”. Roger Rodas, che era alla guida della Porsche Carrera Gt che ha condotto alla morte lui e l’attore, ha subito “lesioni traumatiche multiple”, ma nel rapporto non era chiaro se fosse ancora vivo quando l’auto ha preso fuoco subito dopo l’impatto. Due medici diversi anno eseguito le autopsie sulle due vittime, ma ciò non significa che siano morti in maniera differente, visto che nessuno sa quanto siano sopravvissuti dopo l’impatto.

PAUL WALKER, I SOSPETTI – Non sarebbero stati trovati alcol o droghe nei corpi dell’attore Paul Walker e del conducente della macchina, secondo quanto riporta il Chicago Tribune. All’indomani dell’incidente, avvenuto a nordest di Los Angeles, molte le voci sulla possibilità che l’auto, su cui l’attore si trovava con un amico, fosse impegnata in una gara con un altro bolide. L’entourage di Walker ha sempre smentito, ribadendo che l’attore era di ritorno da una manifestazione benefica.