E’ festa, cresce il prezzo della benzina

di Redazione | 30/12/2013

aumento benzina

Mercati internazionali piu’ stabili dopo i rialzi degli ultimi giorni che hanno indotto a rincari generalizzati sulla rete carburanti nazionale. Dall’ante-vigilia natalizia ad oggi, lo ricordiamo, sull’onda dell’aumento deciso prima da Tamoil e subito dopo da Eni (+1 centesimo euro/litro su benzina e diesel) tutte le petrolifere hanno rincarato in egual misura i due prodotti (nell’ordine TotalErg, Q8, Esso e Shell) con l’eccezione di Ip (solo 0,8 centesimi).

CRESCE IL PREZZO DELLA BENZINA – Una situazione che si e’ riflessa immediatamente sui prezzi praticati sul territorio, anche per le no logo. Inarrestabile, in questo scenario, soprattutto il gpl la cui punta massima in alcuni punti vendita sfonda il muro dei 0,916 euro/litro. Se al Natale seguira’ o meno un Capodanno di altri aumenti dipendera’ dalla chiusura odierna dei mercati internazionali. Nel dettaglio, le medie nazionali della benzina e del diesel sono adesso rispettivamente a 1,801 e 1,731 euro/litro (gpl fino a 0,893). Le punte in alcune aree, tutte in salita, sono per la ‘verde’ fino a 1,852 euro/litro, per il diesel fino a 1,761 e per il gpl fino a 0,916. La situazione a livello Paese (sempre in modalita’ ‘servito’), secondo quanto risulta in un campione di stazioni di servizio che rappresenta la situazione nazionale per Check-Up prezzi Qe, vede il prezzo medio praticato della benzina che va oggi dall’1,785 euro/litro di Esso all’1,801 di Ip (no-logo a 1,677). Per il diesel si passa dall’1,710 euro/litro di Eni all’1,731 di IP (no-logo a 1,594). Il gpl, infine, e’ tra 0,875 euro/litro di Esso e 0,893 di Ip (no-logo a 0,833). (Amb/ Dire)

 

(foto di copertina: MAURIZIO BRAMBATTI/ANSA-ARCHIVIO/TO)