|

I 7 alimenti che ti possono far ammalare d’estate

Almeno 9 milioni di persone all’anno negli Stati Uniti soffrono di malattie legate al cibo che sarebbero causate da un importante agente patogeno, secondo quanto riferisce il Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie.”Il periodo peggiore è durante i mesi più caldi quando la gente lascia il cibo all’aria aperta e non conserva gli alimenti in maniera adeguata”, ha dichiarato Scott Becker, direttore esecutivo dei Laboratori della salute pubblica, un’associazione no-profit che si occupa di prevenire e catalogare le malattie di origine alimentare. Ecco i 7 alimenti più a rischio.

China's CPI Rises 2.4 Percent In April

LE UOVA –  Ogni anno più di 140 mila americani vengono infettati dal batterio della salmonella, approssimativamente 30 di questi muoiono in seguito all’infezione. Spesso il guscio è contaminato da rifiuti di origine animale, e se le uova non vengono trattate in maniera adeguata nel luogo in cui sono prodotte, allora la contaminazione viene trasportata sulle vostre tavole. E’ bene evitare di consumare le uova crude, inoltre è consigliabile lavarsi le mani con acqua calda dopo aver maneggiato i gusci.

I VEGETALI – Le verdure e i germogli sono tra le prime cause delle malattie conesse al consumo di alimenti. Secondo Vanessa Coffman, education manager di “STOP malattie alimentari”, le verdure sarebbero tra i maggiori portatori di salmonella, escherichia coli e altre infezioni batteriche. Questo accade perchè i vegetali crescono nei campi in cui possono esssere esposti ad agenti inquinanti, feci degli animali e altre forme di contaminazione. Inoltre, spesso le verdure vengono consumate crude, quindi gli alimenti patogeni possono sopravvivere anche dopo un lavaggio accurato. Quindi è sempre il caso di lavare sempre le verdule e cuocerle quando possibile.

FRUTTA – Lo scorso anno più di mezzo milione di meloni sono stati richiamati dalla Food and Drug Administration, perchè i frutti erano stati infettati dalla salmonella. Tutti i tipi di frutta sono esposti a questo pericolo, quindi è consigliato lavare sempre la frutta, soprattutto quella con la buccia grossa, perchè al momento del taglio gli eventuali agenti patogeni potrebbero venire trasportati all’interno dalla lama del coltello.

PESCE – Il pesce è spesso soggetto alla contaminazione da vibrio, un agente patogeno collegato ai batteri che causano il colera. Un altro problema del pesce può essere l’alta concentrazione di mercurio, che se consumato regolarmente, può causare danni al sistema nervoso centrale.

CARNE – La carne è soggetta a diversi tipi di infezione: la listeria è un batterio che uccide una persona su 5 di quelle infettate, poi è soggetta all’infezione da escherichia coli, salmonella e parassiti vari. Per evitare sorprese spiacevoli è sempre meglio refrigerare la carne in freezer e poi cuocerla bene.

NOCI E SEMENTI – Questo mese un’azienda del Michigan ha fatto ritirare dal mercato i sacchetti di semi girasole e tutti i prodotti contenenti semi di girasole a causa del sospetto di contaminazione da listeria. Le noci di solito sono soggette al’infezione da salmonella. Infatti, se qualcosa durante il processo di tostatura va male, l’agente patogeno sopravvive.

IL CIBO PER CANI – La salmonella è l’infezione più comune per quanto riguarda il cibo per cani, stesso vale per il cibo per gatti. Se l’animale ha ingerito cibi infetti, di solito manifesta i sintomi con diarrea e disidratazione