|

La foto del bambino nato nella “bolla” che diventa virale

Aris Tsigiris è un ostetrico greco che qualche mese fa ha assistito a un parto davvero emozionante: dopo aver praticato il taglio cesareo il medico ha estratto il bambino ancora avvolto nel sacco amniotico, rimasto perfettamente integro come una bolla.

neonato sacco amniotico 1

NELLA BOLLA – Si tratta di un evento piuttosto raro: il bambino, spiega Medical Daily, continua a nutrirsi attraverso la placenta e a non usare i polmoni, come se si trovasse ancora nel grembo materno. Solitamente il sacco amniotico si rompe quando la donna entra in travaglio e questo momento è viene chiamato “rottura delle acque”. Tuttavia, non è stato il caso di questo piccolo nato lo scorso 11 marzo a Marousi, alla periferia di Atene: i medici hanno dovuto “bucare” il sacco per rompere la membrana e far sì che il piccolo “nascesse” e cominciasse a respirare.

Guarda le foto (Attenzione, le immagini potrebbero urtare la vostra sensibilità)

 

LEGGI ANCHE: Le smorfie? Impariamo a farle nella pancia della mamma

 

“LA NATURA TRASCENDE SE STESSA” – Affascinato da questa bolla perfetta, Tsigiris ha scattato una foto e l’ha pubblicata sul proprio profilo Facebook: “A volte la natura trascende se stessa, lasciando gli ostetrici senza parole”. La foto è diventata subito virale, raccogliendo decine di migliaia di Like in capo a poche ore. Oggi quella foto è stata condivisa oltre 8.000 volte e commentata da moltissimi utenti, commossi dallo spettacolo.

(Photocredit: Facebook/Aris Tsigiris)