|

Il ragazzino che spara ai bambini con un’arma ad aria compressa

La Bbc ci parla dell’arresto di un adolescente ad Edimburgo, in Scozia, colpevole di aver sparato a dieci bambini con una pistola ad aria compressa in un cortile scolastico, scatenando le proteste dell’intera città.

airgun (2)

GLI SPARI – L’attacco è avvenuto nel cortile della Gilmerton Primary lo scorso giovedì, all’ora di pranzo. Nessuno dei piccoli è rimasto ferito in maniera significativa ma certo non sono mancati lividi ed escoriazioni. La polizia ha confermato di aver bloccato il sedicenne accusandolo di condotta sconsiderata. La polizia ha confermato che al momento ogni rischio è stato neutralizzato con il fermo del giovane. Tuttavia si è deciso di aumentare la presenza delle pattuglie per rassicurare piccoli e genitori.

 

LEGGI ANCHE: La lunga scia di sangue di Londra

 

LA LICENZA – Dallo scorso anno ogni scozzese che vuole possedere un’arma ad aria compressa dovrà chiedere un’autorizzazione specifica a partire dal prossimo dicembre. Il ministro della giustizia Kenny MacAskill ha spiegato che è stato chiesto ai cittadini cosa pensassero e che questi anno risposto in maniera “significativa” e che ora le autorità si sarebbero impegnate ad analizzare le risposte giunte anche perché secondo loro è necessario monitorare 500.000 armi ad aria compressa mai denunciate alle autorità anche per prevenire attacchi come quello di cui si è reso protagonista il 16enne.