Chi l’ha visto: Denise Pipitone è in Tunisia?

30/05/2013 - di

Su Rai Tre il caso della bimba scomparsa

Chi l’ha visto: Denise Pipitone è in Tunisia? <1>

Tutte le foto <1>

Chi l’ha visto: Denise Pipitone è in Tunisia?

Vedi foto

    SCOPRI >>

    Chi l’ha visto torna a occuparsi del caso di Denise Pipitone, scomparsa a Mazara del Vallo il 1 settembre 2004. Dopo la testimonianza shock di Battista Della Chiave, l’uomo sordomuto che ha dichiarato di aver visto Denise mentre veniva nascosta all’interno di un peschereccio, nella puntata andata in onda ieri sera si torna a parlare della “pista tunisina”: è lì che sarebbe stata portata la piccola, subito dopo essere stata rapita per volere, forse, dei parenti del suo padre biologico.

    denise pipitone 4

    LO SPIRITATO - La pista della Tunisia, racconta il servizio di Chi l’ha visto (Qui il servizio completo, a partire dal minuto 24), non è mai stata seguita fino in fondo ma, allo stesso tempo, non è mai uscita di scena. Fin dai primi giorni dopo la scomparsa di Denise, erano stati in molti a suggerire alle autorità di cercare tra i pescherecci del porto di Mazara del Vallo perché, “Denise sarebbe stata nascosta lì”. E in effetti tra i molti pescherecci perquisiti dalle autorità, solo uno fu setacciato da cima a fondo: quello di Matteo Marino, detto “Lo spiritato”, zio di Denise perché sposato con Giacoma, sorella di Piera Maggio. Un personaggio dipinto a tinte fosche, quello di Marino, di cui di diceva fosse un mago ed evocasse il demonio. Con Giacoma la separazione era stata brusca, tanto che in molti lo avevano accusato di aver rapito la bambina per vendicarsi dell’ex-moglie. Ma sul suo peschereccio non furono mai trovate tracce del passaggio di Denise e la figura dello “Spiritato”, uscì lentamente di scena. Si pensò addirittura che il suo coinvolgimento fosse uno “specchietto per le allodole” creato apposta per depistare le indagini.

    Guarda le foto:

    DENISE IN NORD AFRICA? - A tornare attuale, ora, è la pista della Tunisia: secondo una nota di servizio della polizia marittima di frontiera di Palermo, nel maggio 2005 le autorità avrebbero raccolto la testimonianza di due cittadini tunisini in attesa di rimpatrio che, affermavano di aver visto Denise imbarcata su una nave diretta verso una località sconosciuta per volontà dei parenti del padre naturale della bambina. Le voci che vedevano Denise in Nord Africa avevano spinto Piera Maggio a recarsi, nel 2007, prima in Tunisia e poi in Marocco, senza però trovare alcuna traccia di sua figlia.

     

    LEGGI ANCHE: Denise Pipitone: escluso il super-testimone sordomuto

     

    ILLUSIONE TUNISINA - Tre anni più tardi, nel 2010, la redazione di Chi l’ha visto riceve una telefonata da parte di una donna tunisina che vive tra la Sicilia e la Tunisia: la donna riferisce di aver appreso la storia di una “ragazza di nome Jessica” che avrebbe “nascosto una bambina in Tunisia”, precisamente a Chebbra, dove vivrebbe con il padre. La donna aveva addirittura individuato la casa, ma ormai i suoi abitanti si erano trasferiti. Una troupe della Rai era partita alla volta dell’Africa per fare luce sulla storia. Ma tutto era finito in una bolla di sapone, e perfino l’ombra di Denise sembrava scomparsa nel nulla.

    BATTISTA, IL SUPERTESTIMONE - Ieri la notizia: I pm Sabrina Carmazzi e Francesca Rago si sono opposti all’acquisizione nel processo dei dvd e dei verbali della testimonianza di Battista Della Chiave, che però verrà comunque sottoposto a incidente probatorio il prossimo 11 giugno. Secondo Giacomo Frazzitta, legale di Piera Maggio, la tattica della Procura potrebbe essere quella di “bloccare” la testimonianza di Della Chiave per un’eventuale accusa di sequestro di persona nei confronti di Giuseppe Della Chiave, nipote di Battista e iscritto nel registro degli indagati.

     

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

    Ultime Notizie

    467920830

    BULGARIA-ITALIA 2-2: pareggio in rimonta, Eder salva Conte

    20:04 Qualficazioni Euro 2016, azzurri irriconoscibili per larghi tratti del match: in vantaggio con un autorete di Minev, si fanno riprendere e superare dai padroni di casa a segno con Popov e Micanski. Il pareggio arriva solo a 6 minuti dalla fine con un gran gol dell'oriundo della Sampdoria CONTINUA

    Mercato Luce e Gas, tutto quello che devi sapere

    Mercato luce e gas, tutto quello che devi sapere

    16:55 Differenza tra distributori e venditori, pregi e difetti del mercato libero e del servizio a maggior tutela, condizioni per il cambio di un operatore, qualità del servizio ed indennizzi relativi. Alla scoperta del mercato luce e gas CONTINUA

    Sergio Chiamparino, candidato governatore della Regione Piemonte per il Partito Democratico (Lapresse)

    Firme false, il caso Piemonte: Chiamparino e quella legislatura a rischio

    15:12 Dopo il precedente Cota, anche il governatore dem costretto a fare i conti con il ricorso al Tar, presentato dalla Lega e accolto dai giudici, per le presunte irregolarità sulle liste. Ma l'ex sindaco non intende lasciarsi logorare, pronto alle dimissioni se emergessero responsabilità. Tutto dipenderà dal verdetto del Tribunale amministrativo: il 9 luglio o qualche mese dopo. Sullo sfondo, la faida interna tra le anime del renzismo piemontese, fassiniani e cattodem CONTINUA