|

Equitalia, la verifica gratuita della cartella di pagamento

Le cartelle di Equitalia? Secondo il vicepresidente regionale di Confesercenti Antonello Solinas, in linea generale sono nulle per vizio di forma, spesso e volentieri contengono anche errori e addebiti non dovuti o quantomeno poco chiari. E comunque, chi aveva qualche dubbio sulla correttezza delle cartelle ricevute, finora non aveva alternative: quelli che potevano permetterselo, andavano dal proprio commercialista, tutti gli altri, la maggior parte, dovevano chiedere spiegazioni negli uffici di Equitalia, e spesso le risposte lasciavano dubbi di imparzialita’. Da lunedi’ prossimo, 20 maggio, le cose cambieranno.

EQUITALIA E VERIFICA DELLE CARTELLE
– All’insegna del motto ‘No Equitalia’ la Confesercenti in collaborazione con l’Associazione piccoli proprietari di case (Appc) ha deciso di aprire una rete di uffici di consulenza dove chiunque potra’ far verificare, gratuitamente, la correttezza delle cartelle ricevute. L’iniziativa e’ stata presentata oggi a Oristano da Antonello Solinas nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato i due tecnici che sovrintenderanno al servizio di consulenza, l’avvocato Francesco Scifo e la dottoressa Maria Rosaria Randaccio. Il punto di partenza, ha spiegato Solinas, e’ che le cartelle di Equitalia sono di per se’ nulle, come gia’ riconosciuto da diverse sentenze, per carenza di potere di firma da parte dei vertici della societa’ e dell’Agenzia delle Entrate.

LA PIGNOLERIA ALTRUI -”Se Equitalia e l’Agenzia delle Entrate fanno i pignoli con i contribuenti, i contribuenti hanno tutto il diritto di fare i pignoli con loro”, ha chiarito il vicepresidente di Confesercenti sottolineando che negli uffici aperti da lunedi’ nelle sedi dell’associazione a Cagliari, Sassari, Oristano, Nuoro, Alghero, Bosa e Olbia gli utenti che hanno qualche dubbio potranno far verificare le proprie cartelle e in caso di necessita’ avere tutto l’aiuto necessario per presentare l’eventuale ricorso. Nelle prossime settimane, Confesercenti e Appc organizzerano a livello regionale anche una serie di incontri per illustrare il nuovo servizio ai cittadini. (ANSA)