|

I porno-cartoni che infiammano Twitter

Si sa, basta un tormentone accattivante e le persone si buttano con tutto il loro entusiasmo. Se poi questo evoca in qualche modo il sesso ecco che il gioco è fatto, con gli utenti pronti a scatenare al meglio la loro fantasia.

pornocartoon (10)

PORCA ONTAS – Parliamo di #pornocartoon, l’hashtag che in queste ore sta intasando Twitter. Il gioco è semplice. Basta prendere un cartone animato famoso e storpiarne il nome così da evocare un pensierino a luci rosse. Valeria d’Errico è sottile: “La principessa sul pisello”. Mr. Hater Show lo è già meno: “Pornollon (Combinaguai)”. Carlo Nostini si adegua: “Porca ontas”. George W.Lebowski rilancia: “Alice e l’arnese delle meraviglie”. Mauro Marcelli ci propone: “l’ape maial”. Guglielmo detto Guly si butta sulle sigle: “L’incantevole Creamy”. Da parimpampum a perunpompin!”. E così Matteo Borgognoni: “La Gang Nel Bosco”.

 

“BOB A GIU STA TUTTO” – Lucio Tex ci parla di “Il Re LeOre”, Conteugolino ci offre invece “l’intimo dei mohicani”. Angelo Incampo è molto birichino: “E’ quasi venuta Johnny!”. Si accoda Matteo Duini: “Biancaneve sotto i nani”. Ciptweet è di mente più aperta: “Finocchio”. Unicornicum pensa anche ai bambini: “Peppa pig – Un orgia da maiali”. Giacomo Gagliano guarda al passato: “hallo spank, fa tutto il nome da solo!!”. Conantonio D’Elia pensa alla cucina: “Trapanatouille”. Stefano Gizzi si ricorda di “Anal dai capelli rossi”. Il più bello è di Luigi Pantano: “Bob a giù sta tutto”. Un calembour meraviglioso. (Photocredit Twitter / Wikipedia)