|

L’uomo che “scopre” l’ingrediente segreto della Coca-Cola

La Abc ci parla del tentativo di un uomo della Georgia che ritiene di aver trovato la copia della ricetta originale della Coca Cola e che ora vuole venderla su Ebay ad almeno 5 milioni di dollari.

coca-cola-ricetta-asta (2)

LO STRANO RITROVAMENTO – Cliff Kluge, questo il nome dell’uomo residente a Ringgold, stato della Georgia, ha spiegato di aver comprato assieme alla moglie Arlene al prezzo di 100 dollari scatoloni di vecchi documenti. Tra le varie carte la coppia ha trovato una ricetta del 1943 nella quale è specificata la composizione della bevanda frizzante più famosa del mondo. “Quando l’ho vista -ha spiegato Arlene Kluge- ho pensato che fosse interessante ed a quel punto l’ho conservata mostrando il documento ad alcuni suoi amici”.

 

LEGGI ANCHE: La nonnina spacciatrice

 

CINQUE MILIONI DI DOLLARI – La coppia ha poi deciso di conservare la ricetta in una cassetta di sicurezza. Dopo aver studiato meglio il contenuto hanno capito di aver a che fare con la ricetta della Coca Cola. Cliff ha poi aggiunto: “Chiunque abbia compilato questo documento aveva sotto mano la ricetta originale. Il testo fa estremi riferimenti alla Coca Cola ed ad altri ingredienti e per questo la coppia ritiene di avere a che fare con la ricetta originale”. Kluge ha messo in vendita il documento a partire da 5 milioni di dollari mentre chi vuole comprarla senza partecipare all’asta puo’ ottenerla con 15 milioni di dollari.

IL SILENZIO DELLA COCA COLA – Solo che nessuno ha presentato un’offerta e l’asta cade stasera. Kluge ha mostrato il documento alla Abc coprendo gli ingredienti “sensibili”. Allo stesso tempo i due hanno contattato la Coca Cola la quale ha spiegato che si sarebbero fatti sentire dopo dieci giorni senza tuttavia richiamare. La Coca Cola custodisce gelosamente la ricetta da oltre 100 anni e secondo l’azienda i Kluge non hanno una copia del tesoro. Il documento originale è custodito gelosamente nel quartier generale dell’azienda ad Atlanta.

coca-cola-ricetta-asta (3)

GLI INDIZI – Tale è la certezza dell’azienda che Ted Ryan, capo archivista, ha spiegato che mediamente si presenta una persona all’anno che dichiara di avere il prezioso documento chiedendo dei soldi. “Beh, noi non paghiamo nessuno perché siamo in possesso del documento originale”. Ed anche Kluge non è certo che si tratti della vera ricetta anche se, per usare le sue parole “ci sono un sacco d’indizi che lo proverebbero”. (Photocredit Abc / ebay)