|

L’alcool? Fa più male di eroina e cocaina

Lo afferma un nuovo studio inglese.

Un nuovo studio che arriva direttamente dall’Inghilterra ha classificato le sostanze che danno assuefazione per l’individuo e la società: una graduatoria di pericolosità che spazia dall’alcool alla cocaina, dall’ecstasy alla marijuana. I risultati sarebbero sorprendenti: tutto sommato, la dipendenza da alcolici risulterebbe molto più pericolosa rispetto a quella da stupefacenti anche molto pesanti. “I ricercatori hanno indagato quanto una droga è dannosa per l’individuo e per il suo corpo”, scrivono sull’Huffington Post, “in aggiunta ad altri elementi come il danno ambientale causato dalla droga il suo ruolo nella distruzione delle famiglie e i suoi costi economici, come il servizio sanitario che richiedono”.

UBRIACATURE MOLESTE – Da quel che risulta, “l’eroina, il crack o la metanfetamina sono le più letali per gli individui. Ma considerando il loro effetto più globalmente sociale l’alcol, l’eroina e la cocaina risultano i più dannosi, con l’alcol che spicca sopra tutte le altre”. Le ragioni? “E’ il più usato ed ha effetti devastanti su chi lo beve e sui soggetti circondanti”, scrivono gli studiosi: “Pensate a quello che succede con l’alcol ad ogni partita di football”. Quando bevuto in eccesso, ricorda l’Huffpost, “l’alcol danneggia ogni organo umano. E’ inoltre connesso a più alti tassi di mortalità e più alti tassi di criminalità di ogni altra droga, inclusa l’eroina”.