|

La vera storia della suoneria più famosa dell’iPhone

 

Si chiama “Marimba” e ogni possessore di un iPhone conosce il motivetto molto bene: si tratta infatti della suoneria impostata di default su ogni smartphone uscito da Cupertino che l’utente può poi cambiare a proprio piacimento scegliendo una nuova suoneria dalla lista. Ma, come ogni suoneria “storica” che si rispetti, anche Marimba ha la sua storia.

iphone-suonerie-marimba-2STEVE JOBS E IL PRIMO IPHONE – Ce la racconta Forbes: è l’inizio del 2005 e Steve Jobs ha ancora l’amaro in bocca dopo il fallimento del Rokr E790, il cellulare creato in partnership con Motorola che, per la prima volta, integra iTunes e permette all’utente di ascoltare la propria musica in formato AAC legalmente acquistata sullo store musicale di Apple. L’interfaccia del Rokr E790, tuttavia, è mal progettata e il telefono fa un buco nell’acqua. Da questo diastro nascerà iPhone, supportato dalla conclusione che, in futuro, Apple avrebbe dovuto detenere il pieno controllo sullo sviluppo di hardware e software di ogni suo nuovo prodotto. All’epoca, la suoneria più famosa del mondo era quella di Nokia, quel classico riff di chitarra nato nato nel 1902 che era diventata la suoneria di default dei cellulari finlandesi e che si sentiva risuonare in ogni angolo del mondo. Manco a dirlo, Jobs aveva una particolare idiosincrasia per quel motivetto e quando Apple cominciò a sviluppare il concept di iPhone, fu chiaro a tutti che ci si sarebbe dovuti inventare una suoneria di default che avrebbe reso inconfondibile il trillo di ogni smartphone della Mela. Nel 2005 il mercato delle suonerie fruttava miliardi di dollari e le aziende produttrici di cellulari ne erano i principali attori. Ma Apple aveva già in mente un’idea migliore.

 

LEGGI ANCHE: Per quanto tempo Siri si ricorda i tuoi segreti?

 

MARIMBA – Originariamente Jobs avrebbe dare la possibilità a ogni utente di creare una propria suoneria originale, partendo dai file di iTunes, ma questo l’avrebbe portato inevitabilmente a ingaggiare una lunga battaglia legale contro le case discografiche e iPhone non poteva permettersi di aspettare così tanto. Così Jobs mise insieme una lista di 25 suonerie “standard” che, tuttavia, erano eccezionali dal punto di vista della qualità. Dovevano essere assolutamente originali, qualcosa di mai udito prima. E così fu. Tra queste 25 suonerie c’era anche Marimba che aveva tutte le carte in regola per essere la suoneria che, più di ogni altra, avrebbe potuto essere associata ad iPhone. Così ricca di toni e di armonie, rappresentava un suono unico, in grado di essere perfettamente identificato anche in un ambiente molto rumoroso. E, sopratutto, era gradevole da sentire.

IL PRIMO SUONO DI OGNI IPHONE – Secondo Jobs Marimba creava un legame perfetto con la sua stessa personalità, sofisticata ed eclettica. Oltretutto quelle poche note erano sufficienti a dimostrare quanto fosse eccezionale l’audio di iPhone. E, naturalmente, divenne la suoneria preferita del guru di Apple. Tanto bastò: Marimba venne integrata nello smartphone e scelta come suoneria di default. Il primo vagito che il vostro nuovo iPhone emetterà saranno l note di Marimba. E, con tutta probabilità, deciderete anche di non cambiarla più.

(Photocredit: Getty Images)