|

Anna Proclemer è morta

Anna Proclemer, la grande attrice e doppiatrice italiana si è spenta serenamente questa notte nella sua abitazione di Roma. A darne notizia è la figlia Antonia Brancati. Avrebbe compito 90 anni il prossimo 30 maggio.

anna proclemer morta

IL DEBUTTO DA ADOLESCENTE – Nata a Trento nel 1923, ha debuttato in teatro giovanissima con il Teatro dell’Università di Roma. Durante gli anni della guerra recita con il Teatro delle Arti di Anton Giulio Bragaglia, per poi collaborare con Vittorio Gassman e Luigi Squarzina e con Giorgio Strehler al Piccolo di Milano.

Guarda le foto: 

IL MATRIMONIO E IL DEBUTTO AL CINEMA – Nel 1946, ventitreenne, sposa il regista teatrale Vitaliano Brancati, dal quale avrà una figlia, Antonia. In questi anni debutta anche sul grande schermo, sia in veste di attrice che come doppiatrice: presta infatti la voce anche ad attrici del calibro di Greta Garbo e Yvonne Sanson ma sopratutto ad Anne Bancroft in Anna dei miracoli, ruolo che poi interpreterà lei stessa in un adattamento televisivo del film. Nel corso della sua carriera cinematografica recita come protagonista in una quindicina di pellicola, tra cui Paranoia, Il fidanzamento e Cadaveri eccellenti.

IL SODALIZIO CON ALBERTAZZI – A metà degli anni Cinquanta, dopo il divorzio da Brancati, la Proclemer inizia un lungo sodalizio artistico con Giorgio Albertazzi, con cui intreccerà anche un profondo legame sentimentale. Nel 1959 debutta anche in televisione, con la riduzione per il piccolo schermo della pièce teatrale L’idiota.

anna proclemer morta 6

 

ALABARDA D’ORO – Il suo vastissimo repertorio teatrale comprende opere di Pirandello, George Bernard Shaw, Lillian Hellman e D’Annunzio. Nel 2011 le è stato assegnato il premio Alabarda d’oro alla carriera per il teatro.

Guarda le foto: 

UNA VITA PER IL TEATRO – La Proclemer non aveva mai lasciato il mondo dello spettacolo: la sua ultima indimenticabile interpretazione cinematografica risale soltanto all’anno scorso, quando Ferzan Özpetek l’aveva voluta nel ruolo di Livia Morosini in Magnifica Presenza, nel quale interpretava un’attrice teatrale durante la Resistenza a Roma.