Andre Geim, ovvero quando il Nobel va ad un Ignobel

05/10/2010 - di

Si può essere quasi contemporaneamente il meglio ed il peggio, lo zenit ed il nadir, l’alfa e l’omega… e via discorrendo? Sì, basta essere uno scienziato! BETTER AND WORST – E’ abbastanza impressionante, diciamolo subito. Andre Geim, è il fisico

Si può essere quasi contemporaneamente il meglio ed il peggio, lo zenit ed il nadir, l’alfa e l’omega… e via discorrendo? Sì, basta essere uno scienziato!


BETTER AND WORST – E’ abbastanza impressionante, diciamolo subito. Andre Geim, è il fisico russo che ha appena vinto l’ambito premio Nobel per la fisica di quest’anno, per il suo lavoro di ricerca sul grafene. Eppure, appena dieci anni fa, Geim si è aggiudicato pure il poco lusinghiero premio IgNobel, il premio che si assegna alla ricerca o allo studio più inutile. Allora Geim usò ingenti capitali per realizzare una ricerca scientifica che aveva come fine l’utilizzo di magneti per far levitare una rana. Sì, avete letto bene. In realtà, nemmeno quello studio premiato col quasi infamante Ignobel è stato del tutto inutile. Anzi, per la verità, ha avuto un’applicazione pratica poco tempo dopo. Infatti, le ricerche di Geim sono state fondamentali per realizzare nientepopodimeno ché un giocattolo per bambini!

LEVITA NATURALMENTE – Il fenomeno su cui applicò sforzi – e si dice ingenti capitali dell’allora suo Ente di ricerche – era quello della levitazione magnetica, principio, peraltro, già sperimentato con successo in particolari treni giapponesi ad Alta velocità (possono toccare punte di 500 ed oltre km/h). La levitazione magnetica o levitazione Maglev in sostanza fa in modo che il treno viaggi senza toccare le rotaie grazie appunto alla levitazione dovuta a potenti magneti. La repulsione e l’attrazione magnetica vengono utilizzate proprio anche come mezzo di locomozione. Dato che il convoglio non tocca le rotaie, l’unica forza che si oppone al suo moto è l’attrito dell’aria. Geim, decise di approfondire per altra via il fenomeno, ma alla fine tutto quello che riuscì a far levitare fu una rana e, appunto, il costo della ricerca.

CAMBIARE SI PUÒ – Andre Geim si è rimesso al lavoro, insieme al collega Constantin Novoselov, scienziati russi entrambi, che oggi lavorano nel Regno Unito, nel 2004 annunciarono la scoperta del grafene: un composto monomolecolare a base di carbonio dallo spessore sottilissimo pari a quello di un singolo atomo. A distanza di sei anni i due ricercatori sono stati insigniti del premio Nobel per la Fisica per i loro esperimenti definiti “rivoluzionari” sul nuovo materiale. Tecnicamente, va fatta pure una precisazioni. Geim è solo la prima persona a vincere entrambi i premi individualmente. Infatti, esiste un altro precedente, quello di Bart Knol, che (insieme con Ruurd de Jong) si è visto assegnatore il Premio Ignobel 2006 in Entomologia “per aver dimostrato che la femmina della zanzara Anopheles gambiae che trasmette la malaria è attratta allo stesso modo sia dall’odore di formaggio Limberger, sia per l’odore di piedi umani”. In realtà, Knol può vantare legittimamente anche il Nobel per la Pace del 2005, in quanto dipendente della Agenzia internazionale dell’energia atomica (Aiea), ente a cui fu assegnato quell’anno il prestigioso premio.

7 Commenti

  1. Pingback: ZicZac.it, clicca qui e vota questo articolo!

  2. Pingback: diggita.it

  3. Pingback: kligg.org

  4. Pingback: www.blog-news.it

  5. Pingback: pubblicanews.it

  6. Pingback: Technotizie.it

  7. Pingback: Tweets that mention Andre Geim, ovvero quando il Nobel va ad un Ignobel -- Topsy.com

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ultime Notizie

Foto Daniele Leone / LaPresse

Ignazio Marino, la nuova giunta è quasi pronta

2:03 Il sindaco di Roma lavora al rimpasto chiesto dal Partito Democratico romano. In giunta potrebbe entrare Maurizio Pucci ai lavori pubblici, mentre la fedelissima Cattoi potrebbe andare al turismo. Masini si andrebbe occupare di scuola e sport. CONTINUA

massimo artini paola pinna espulsioni M5S

Il blog espelle Pinna e Artini: dissidenti vanno a parlare con Grillo

19:07 Il leader genovese: «I cittadini deputati stanno violando da troppo tempo la restituzione di parte dello stipendio». Movimento a un passo dalla scissione. Una delegazione di Parlamentari, tra cui Massimo Artini, ha raggiunto Grillo a Marina di Bibbona per un chiarimento ma Grillo dalle prime indiscrezioni sembra non volersi discostare dall'esito del voto sul blog CONTINUA