Sondaggi Swg: cosa succede se si va votare con Renzi

Renzi ospite alla trasmissione Ballaro'

Ad Agorà (Rai Tre)

Cosa succederebbe al centrosinistra se si tornasse oggi a votare e a guidarlo fosse Renzi?
Secondo un sondaggio Swg realizzato in esclusiva per Agorà (Rai Tre) otterrebbe il 36 percento, un risultato che realisticamente garantirebbe la maggioranza su centrodestra (28%) e Movimento 5 Stelle (26%).

IL SONDAGGIO CHE AFFOSSA BERSANI - Netta la differenza (8 punti di scarto) col risultato raccolto dal centrosinistra guidato da Bersani, che si fermerebbe al 28 percento, sotto la coalizione di centrodestra (31%) e praticamente alla pari con Movimento di Grillo (27%). Monti, invece, si attesterebbe all’8 percento nel primo scenario (coalizione di centrosinistra guidata da Bersani), mentre perderebbe tre punti nel secondo (Renzi leader). “Sembra – sottolinea Roberto Weber, presidente dell’Istituto Swg – che i partiti siano deboli e che gli italiani investano sulle persone”.

LA FIDUCIA IN RENZI - Continua a crescere (+1%) la fiducia in Matteo Renzi, che raggiunge il 56 percento. A seguirlo nella classifica dei leader politici più apprezzati c’è Beppe Grillo (30%), che sorpassa il segretario del Pd Pier Luigi Bersani, al 29 percento. A distanza di 2 punti c’è poi Silvio Berlusconi (27%), che sale di un punto rispetto alla settimana scorsa. Ne guadagna ben 4 il premier uscente Mario Monti, ultimo nome della lista con il 23 percento. E’ quanto emerge da un sondaggio realizzato dall’Istituto Swg in esclusiva per Agorà, su Rai Tre.(AGENPARL)