|

“Ti spiego come si diventa escort”

Nel corso dell’ultima puntata delle Iene andata in onda ieri sera, Luigi Pelazza ha raccontato i motivi che spingono le donne a diventare escort e ha incontrato una donna che ha iniziato il ‘mestiere’ per problemi economici.

L’INCONTRO –  “Eva è una ragazza giovane, una mamma, con un passato travagliato: i suoi ex le hanno usato violenza ma sono i problemi economici che l’hanno spinta a cercare una professione alternativa” spiega Luigi Pelazza che incontra la donna che vuole iniziare il lavoro di escort perché “stanca di chiedere denaro ai suoi genitori che le pagano l’affitto”. Il compito di Pelazza è indagare su come si diventa professionisti nel vendere se stessi ma Eva ammette: “Non so queste cose”, la ragazza è solo consapevole del fatto che bisogna far girare il proprio numero in rete. L’unica fonte di informazioni per Eva è ‘un’amica’ che le ha spiegato che si può chiedere fino a 150 euro e “per cose più spinte” anche 300 euro. Eva è intenzionata a non chiedere aiuto ma a sbrigarsela da sola perché “questa è la strada più veloce”. L’inviato la porta da un’accompagnatrice per farle capire come funziona questa carriera visto che “non ne ha bisogno per dare da mangiare a sua figlia” e tenta in ogni modo di farla riflettere ma fallirà. Qui è possibile rivedere il servizio andato in onda su Italia 1.

 

guarda le immagini:

LEGGI ANCHE: “C’è la crisi? E io faccio il gigolò”

 

I PRO E I CONTRO DELLE ESCORT – Pelazza prova a far riflettere Eva durante il tragitto verso casa della escort professionista e le dice: “La scelta che fai non è giusta, non di vendere il corpo ma di venderlo perché non trovi lavoro” e la ragazza ammette: “Se trovo un lavoro anche di 500 euro al mese, smetto tutto”. L’apprendista incontra la professionista e la prima domanda riguarda i rischi che, oggettivamente, ci sono: “C’è chi ruba” informa la escort datata e poi le spiega che i soldi vanno chiesti prima al cliente e che “vanno spronati ma mai comandati”. Eva chiede le tariffe: “I prezzi vanno dalle 200 l’ora ma anche 100 mezz’ora perché ci sono persone che vogliono semplicemente conoscerti. Non faccio sconti perché non bisogna abituarli subito, loro devono pagare quello che chiedono”. Sulla protezione, la maestra spiega che assolutamente non si deve cedere anche se i clienti insistono. Dopo le domande tecniche si parla delle tariffe, che è la questione che più interessa Eva: “Se hai una tariffa di 50 euro, ne puoi avere anche 15 al giorno ma se la alzi di meno. Ci sono ragazze che lavorano a catena: un quarto d’ora, 50 euro”.

COME SI DIVENTA ESCORT – “Un rapporto sessuale dura dal minuto ai trenta secondi” spiega la escort che ammette che la cosa più strana è stata “riempire un cliente di calci nelle zone intime” e consiglia all’apprendista: “Devi dimenticarti dei limiti se vuoi lavorare bene”. L’inviato, dopo l’incontro, si rende conto che Eva è ancora più intenzionata a fare il mestiere perché si può arrivare a guadagnare anche 400 euro al giorno. Pelazza mostra le foto che Eva ha messo on-line per attirare i clienti con una tariffa di cento euro. I due si recano nel bilocale trovato dalla ragazza per ‘lavorare’ e arrivano le prime telefonate in diretta, Eva è a suo agio e fornisce informazioni, li rassicura sulle pratiche sessuali ma non cede quando le chiedono di avere un rapporto non protetto ma poi concede uno sconto: 80 euro anziché 100. La ragazza riceve il primo cliente e si dice “soddisfattissima” del guadagno e aggiunge: “Domani vado subito a comprare qualcosa a mia figlia, immediatamente”. Le Iene, stavolta, hanno fallito perché Eva è diventata ufficialmente una escort e i buoni propositi “del lavoro a 500 euro” che si augurava di trovare sono andati in fumo.

 

 

 

(Photo Credit/LeIene-VideoMediaset)