|

Il gatto più vecchio del mondo (forse)

Si chiama Wadsworth, vive nel Bedfordshire (Inghilterra) e il 6 marzo scorso ha compiuto 27 anni. Un’età che per un bipede rappresenta il fiore della giovinezza ma per un felino si tratta di traguardo decisamente da record.

ABBANDONATO – La sua padrona, Ann Munday, lo ha adottato nel 1986 quando aveva appena quattro settimane: i suoi precedenti padroni, a quanto pare, lo avevano abbandonato perché era troppo piccolo. Non solo Wadsworth (chiamato così in onore della famosa birra inglese) è riuscito a diventare adulto, ora è pronto a ricevere il titolo di gatto più vecchio della Terra.

 

LEGGI ANCHE: Le app per gatti trasformano i mici in giocodipendenti

 

LUNGA VITA – “Doveva essere il più piccolo della cucciolata – racconta Ann – Non aveva nemmeno gli artigli. Era malaticcio: per le prime settimane siamo andati avanti e indietro dal veterinario perché era pieno di infezioni”. Veterinario che, ora più che mai, tiene sotto controllo la sua salute: “La signora Munday ha fatto un lavoro fantastico nell’accudirlo – ha detto Gill Monsell – Ed è in eccellenti condizioni di salute”. Waddy, infatti, segue una dieta adatta a un micio della sua età, anche per tenere sotto controllo il problema di ipertiroidismo di cui soffre.

UN MICIONE DI 125 ANNI – Facendo le debite proporzioni, Waddy avrebbe circa 125 anni e, come ogni persona di una certa età, passa gran parte del suo tempo a mangiare e a dormire. “Ho sempre avuto gatti – dice ancora Ann – Ma lui è un sogno: è stato un compagno fantastico da quando mio marito è morto, 13 anni fa”. Waddy è sicuramente il gatto più vecchio d’Inghilterra e, anche se è difficile dirlo con certezza, probabilmente è anche il più vecchio del mondo. Il suo predecessore? Creme Puff, micione texano vissuto per 38 anni umani, e serenamente spentosi nel 2005.

(Photocredit: Facebook/Times & Citizen)