|

Guadagnare 500 euro al giorno spacciando droga

Francesco Ridolfi sul Fatto di oggi racconta di come vive e quanto guadagna uno spacciatore.

Squilla l’i-phone ed entriamo nel suo lato B. Si muove verso la spiaggia. Incrocia un tipo, nella stratta di mano si scambiano soldi e due pietre di eroina avvolte nel giornale. Terminato il lavoro si siede e racconta: “Ormai ho una clientela affezionata. Gente che conosco da tempo. Ho ristretto la cerchia per diminuire i rischi. Così tiro su in media 500 euro al giorno, tra eroina e cocaina”. Che al mese fanno 15 mila euro. “A questi ci tolgo i costi, anche quelli per il mio consumo che non sono pochi. Ci rimane un po’ più della metà. E ci vivo bene”. E lo dice con sufficienza, con un occhio al passato quando viaggiava su altre cifre: “Prima che mi arrestassero avevo un bel giro. Vendevo droga per 1.500-2000 euro al giorno. A volte 3000. In un mese arrivavo a 60 mila euro. Poi sei anni fa mi hanno fermato con 30 grammi di cocaina e 100 mila euro in contanti. Mi sono fatto solo 300 giorni di carcere perchè ero incensurato. E ho deciso di volare più basso”.

E poi:

Quello della droga è un mercato che non conosce crisi. È cambiato nel senso che oggi è diffusissima la cocaina. E costa molto meno. Io un “pacco” da mezzo chilo lo prendo a 70 euro al grammo. Ma dipende cosa acquisti. Intendo panetti sotto vuoto mai aperti, spesso avvolti nel giornale di qualche piccolo paesino sconosciuto del Sudamerica. E di quella qualità la importa solo Camorra e ‘ndrangheta. Serve il canale giusto per intercettarla appena arriva in Italia. Poi viene tagliata e il guadagno si moltiplica.

L’intervista completa è sul quotidiano in edicola.