|

Moana Pozzi era una spia? La nuova teoria di Mistero

Settimana scorsa Mistero aveva dedicato ampio spazio alla vicenda di Moana Pozzi che, secondo le informazioni raccolte dal programma, sarebbe stata una spia al servizio dei servizi segreti russi e non sarebbe morta nel settembre 1994 come tutti hanno sempre creduto.

MOANA POZZI COME MARILYN – Ieri sera Mistero è tornato a raccontare i segreti della famosa pornodiva italiana. Un testimone sconosciuto ha rivelato scottanti verità sul passato di Moana che, a quanto pare, sarebbe stata a conoscenza di scottanti dettagli sul rapimento di Aldo Moro. Quest’ultimo particolare avvicinerebbe la storia di Moana a quella di un’altra dolorosa icona dello spettacolo: Marilyn Monroe. Un dettaglio che scatena la discussione (condita con un pizzico di sarcasmo) degli utenti di Twitter.

Guarda le foto: 

MOANA POZZI TESTIMONE SCOMODA – Sulle analogie tra la vita di Moana e quella di Marilyn scrive Davide Maggio:

Moana, grazie ai rapporti intrattenuti con i servizi segreti, era al corrente di alcuni risvolti inediti sul rapimento di Aldo Moro facendone una testimone scomoda e da tener d’occhio. Questo avvicinerebbe Moana all’altrettanto enigmatica e seducente Marilyn Monroe, icona di stile e di bellezza soggiogata, anche lei, da una morte avvolta ancora nel mistero. Dai rapporti con i fratelli Kennedy alla minaccia di rivelare al mondo la sua relazione con l’uomo più potente d’America, molte sono le assonanze con la Pozzi la cui scomparsa, avvenuta il 15 aprile 1994, per alcuni resta ancora da verificare.

 

LEGGI ANCHE: Le otto star morte in modo misterioso

MOANA POZZI: FIGLIO SEGRETO? – E sulla vita segreta di Moana torna a parlare anche l’amica e collega Eva Henger, che già settimana scorsa aveva rivelato i presunti legami della diva con il Kgb. Questa volta la Henger ha parlato del fratello di Moana, Simone, che non sarebbe suo figlio, come rivelato nel 1999, bensì il nipote, figlio di sua sorella Tamiko, alias Baby Pozzi.