|

Luciana Littizzetto e il caffè anale di Demi Moore

Perché non mi chiamo Buciana Bittizzetto? L’amletico dubbio di Luciana Littizetto deriva da una semplice conclusione: tutte le donne che hanno le iniziali BB sono gnocche. Come Bianca Balti e Brigitte Bardot.

I METEORITI – Con la scusa di voler dare un meteorite mollicone su Fabio Fazio reo di guardare troppo la Balti, Lucianina introduce la pioggia di walter, i morti viventi che diventano esattori d’Equitalia. Ovvero le piaghe successive alla pioggia di meteoriti quella che ha colto tutti impreparati, a partire da Giacobbo che aveva escluso cataclismi, a Vespa che non aveva neanche un misero plastichino in studio.

LE DIMISSIONI DEL PAPA – Tra due ladroni si è dimesso Gesù: così Litti dice la sua sulle dimissioni del papa. Insomma se in questo paese non si dimette nessuno – considera Luciana – questo è un paradosso. E torna il tormentone “Emineeeenza” al quale la comica chiede di fare papi più giovani. Che non abbiano i femori fragili come grissini insomma. Il primo esodato del Vaticano. Questo è Ratzinger.

LA NOTIZIA BALENGA – E arriva il gran finale. Demi Moore e la sua ossessione di rimanere giovane. “Si fa i clisteri. Di cosa? Di caffè. Si mette delle cuccume nel cu. Il caffè preso per via normale rende nervosi, preso per altre vie fa bene alla pelle”. “La Demi invece di prendere il caffè corretto, prende il caffè col retto”. E chiudiamo così con il caffè anale.