|

Gli otto sintomi per capire quanto sei geloso

Una sana gelosia fa bene all’amore ma se diventa un’ossessione assume tratti patologici che minano il rapporto. Vi è mai capitato? E quali sono i sintomi per riconoscerla?

IL DRAMMA DELLA GELOSIA – Ammesso che non ci sia davvero un tradimento, i sospetti hanno a che fare sensibilmente con una mancanza di autostima e con una forte insicurezza che le persone si portano dentro da sempre ma che i rapporti d’amore portano alla luce perché evidenziano la vulnerabilità dell’individuo. Quali sono i confini tra gelosia sana e nociva? “La gelosia è sana è normale se si fa capire al partner che ci si sente messi da parte rispetto a una terza persona. Questo tipo di sensazione non si augura a nessuno” scrive la Bild ma la questione diventa spinosa, quando si passa dalla paura della perdita alla mania del controllo e si passa a setacciare la vita del partner alla ricerca di chissà quale trama oscura. Ci sono quattro tipi di gelosia: depressiva – non ci si sente all’altezza del compagno, ossessiva – si ricerca la certezza dell’amore, ansiosa – si ha l’incubo di tornare single, paranoica – presenza continua di sospetti. I patologici possono trovare sollievo solo dall’inizio di una terapia e da lunghe chiacchiere con il proprio compagno. Fondamentalmente, la gelosia non è una zona obbligata delle relazioni e ognuno sceglie di vivere come può.

 

guarda le immagini:

(Photo Credit/Getty Images/La Presse/YouTube)