|

Gli aeroporti più pericolosi del mondo

L’aviazione si prepara a salutare uno degli aeroporti più ostici ancora attivi sul Pianeta, ovvero il Mariscal Sucre di Quito, capitale dell’Ecuador, ormai non ritenuto più sicuro a causa dei nove incidenti avvenuti negli ultimi 30 anni. Ma quali e quanti sono gli aeroporti più pericolosi del mondo? Lo scopriamo con l’aiuto del Guardian.

LE PISTE DA SOGNO – Il vecchio aeroporto, rimasto attivo per oltre 50 anni, è posizionato a 2800 metri d’altezza in una valle circondata da montagne e vulcani. La strana conformazione geografica rappresentava una sfida per i piloti che dovevano interpretare al meglio il vento. Sparisce così un altro pezzo di storia dell’aviazione, sicuramente tra i più curiosi. Perché nel mondo esistono strutture che non potremmo mai immaginare. Aeroporti che sorgono al fianco di montagne, in mezzo al mare, su pendii scoscesi, su montagne innevate. Certo anche dalle parti nostre abbiamo a che fare con esempi di difficoltà e destrezza. Prendiamo ad esempio lo scalo di Palermo e la sua posizione vicino alle montagne o anche quello di Genova, sul mare.

 

LEGGI ANCHE: Il dramma dietro il ragazzo che si è dato fuoco a Fiumicino

 

UN MONDO SPETTACOLARE – Ma al mondo esistono strutture che farebbero preoccupare anche il viaggiatore più sicuro. Cosa pensare della pista di Gibilterra che incrocia una strada? O degli aerei che quasi finiscono sulla spiaggia nelle Antille Olandesi? Per non dimenticare l’aeroporto “Toncontin” di Tegucicalpa, in Honduras, che costringe i velivoli ad accarezzare una montagna. Senza dimenticare Osaka – Kansai, dove si atterra su una piattaforma artificiale o l’aeroporto brasiliano di Congonhas, che sorge nel cuore di San Paolo. (Photocredit Guardian)

TEGUCICALPA, HONDURAS

ST.MARTEEN, ANTILLE OLANDESI

NORTH FRONT, GIBILTERRA

SAN PAOLO – CONGONHAS, BRASILE

OSAKA, GIAPPONE