|

“Quella culona di Michelle Obama”

Il fisico di Michelle Obama è finito di nuovo oggetto di critiche feroci solo perché la First Lady è promotrice del “mangiare bene” e “a basso contenuto calorico”. La sua battaglia nelle mense scolastiche è stata ridicolizzata da commenti sul suo fondoschiena.

LE CRITICHE – Un allenatore di football è diventato improvvisamente noto a tutto il paese per aver commentato il fondoschiena della signora Obama. Bob Grisham si è lasciato andare un “Fat butt Michelle Obama”, insomma il sedere della moglie del presidente sarebbe grasso e lei “è in sovrappeso”. La critica è stata ascoltata dagli studenti, un esempio che l’insegnante non avrebbe dovuto dare, infatti è stato sospeso ma non è né il primo né sarà l’ultimo a criticare il corpo di Michelle. Rush Limbaugh, un conduttore radiofonico conservatore la chiama “My butt” e il repubblicano James Sensenbrenner ha dovuto chiedere scusa pubblicamente per aver detto “posteriore di grandi dimensioni”.

 

guarda le immagini:

LEGGI ANCHE: Ti faccio vedere come balla un Presidente

RISPETTO – Michelle viene criticata perché ‘nera’? Forse ma non solo perché anche Hillary Clinton ha raccolto commenti infelici, per non parlare di Nancy Reagan. Il Washington Post fa notare che i bianchi dovrebbero evitare di criticare i corpi delle donne nere perché li svalutano senza alcun rispetto. Michelle Obama non riesce a scappare dalle critiche nonostante il gusto nel vestire, i capelli sempre in ordine e i muscoli tonici. Inoltre, dai sondaggi del paese, emerge sempre come una delle figure pubbliche più popolari.

AFFERMAZIONE – Angela Davis, nota per le sue battaglie per l’accettazione pubblica e nei mezzi di comunicazione delle donne nere, esalta la figura di Michelle e parla della sua presenza come di un valore storico: “Lei è una vera ragazza nera”. Andra Gillespie dell’università di Emory definisce le critiche ‘feroci’ perché hanno lo scopo preciso di ricordare alle persone che lei è “nera” e poi “è ovvio che una donna di quasi cinquant’anni non possa avere il corpo di una di venticinque”. “Grazie a Dio ho quarantacinque anni e non trentacinque, a quell’età le donne non sanno ancora chi sono. So quello che mi rende felice e il mio messaggio alle donne è: fate quello che vi fa stare bene perché ci sarà sempre qualcuno che vi dirà di fare il contrario”, il commento della First Lady che se ne frega dei commenti inutili.

 

(Photo Credit/Washington Post)