|

Il video del pugile di 17 anni che muore in diretta tv

La pugilistica è una cosa. Molto seria. Non si può prendere sottogamba. La citazione di Osvaldo Paniccia non è per nulla casuale. Il Mundo Deportivo ci propone il video dell’ultimo combattimento avvenuto in Indonesia di Tubagus Sakti, atleta diciassettenne impegnato nel suo sesto incontro di sempre. Il ragazzo si è trovato davanti Ical Tobida, atleta di 11 anni più grande ed ha subito i colpi del suo avversario con maggiore esperienza. Il giovane si è difeso come ha potuto almeno fino all’ottavo round quando ha ricevuto un attacco che l’ha fatto cadere al tappeto. L’arbitro ha sancito la vittoria di Tobida il quale ha colpito altre due volte il ragazzo che è caduto sul ring in preda a convulsioni. Trasportato in ospedale è morto per un’emorragia cerebrale. Ed ora nel paese è polemica con l’arbitro, colpevole di non aver interrotto il combattimento e con l’avversario, reo di averlo colpito anche se non c’era bisogno.