|

Sex Festival: Milano celebra il futuro del sesso

Nostalgici del Mi-Sex, amanti di tutto ciò che è erotico, esteti del corpo femminile e della passione fine a sé stessa, preparatevi perché nel weekend Milano potrà darvi tutto ciò che avete sempre sognato. Parliamo del Sex Festival, ovvero la fiera del sesso.

QUANDO E DOVE – Questa manifestazione nasce sulle ceneri del Mi-Sex, la fiera del sesso per antonomasia la quale ha vissuto per 18 anni ma che è stata cancellata pochi giorni fa a causa dell’incapacità di tutto il settore di recepire quelli che erano i cambiamenti imposti dal web e della progressiva “democratizzazione” del porno. La manifestazione si terrà allo Spazio Antologico di Milano, all’interno degli East End Studios in Via Mecenate 84 solo per la giornata di oggi, dalle 17 alle 03 del mattino e domani dalle 15 allo stesso orario. Il biglietto Uomo è di 25 euro mentre le donne, i diciottenni, i militari, le forze dell’ordine ed i disabili pagano 20 euro. Le coppie spendono 40 euro mentre per i gruppi di minimo 10 persone il biglietto è di 15 euro. Il pezzo forte del festival saranno i contenuti che si svolgeranno all’interno dei due piani dello spazio dedicato.

GLI ARTISTI – Spazio che ha scelto il basso profilo. In mattinata ci siamo recati allo Spazio Antologico scoprendo che non c’è molto all’esterno che possa preannunciare il festival. Le porte erano rigorosamente chiuse e mancava qualsiasi riferimento al festival che si svolgerà nelle prossime ore. Ma probabilmente è una scelta voluta visto che il divertimento si troverà all’interno dello spazio. Al primo piano è stato allestito un palco sul quale si alterneranno spettacoli di ogni genere, dal burlesque alla Lap Dance fino ad arrivare ai “Drag Queen Show”, con ragazze provenienti dall’agenzia “Les Artistes”.

IL LESBO SHOW – Oltre al palco centrale si potrà trovare soddisfazione all’interno dei priveé dove i visitatori potranno “sognare” con gli spettacoli appunto privati presentati dalle ragazze che abiteranno questi spazi. Se non v’interessa guardare ma volete puntare più sul contatto sappiate che potrete godere dei massaggi erotici praticati dalle giovani protagoniste del festival. Volete qualcosa di più forte? Pronti, con il Lesbo Show. Basta la parola, no? Infine, se tutte queste emozioni vi avranno fatto venire la gola secca, sappiate che potrete ristorarvi all’eros bar interattivo, dove i cocktail verranno serviti da bariste accattivanti.

I SERVIZI DEI LOCALI – E come diceva il buon vecchio Corrado Mantoni, “non finisce qui”. La manifestazione verrà “rallegrata” anche dal “Club Les Folies” per spettacoli personalizzati in un’atmosfera intrigante come il burlesque e l’erotic show oltre ai giochi pervert. Tali “servizi” verranno offerti dai titolari e dal personale dei locali “trasgressivi” che presenteranno il meglio dei loro spettacoli. Questa fiera rappresenterà inoltre l’occasione per chi ha sempre desiderato o ha pensato di avere numeri giusti per entrare a far parte del mondo del porno di lanciarsi nella nuova carriera attraverso la “hard academy”, una specie di “Italia’s got talent” ma a luci rosse.

L’ACCADEMIA – Per chi non lo sapesse, a Milano esiste ormai da otto anni una scuola, la “Hard Academy” per l’appunto, che consente ad illustri sconosciuti di diventare future star del porno. Al costo di 700 euro per tre mesi di corso gli studenti selezionati -si perché la Hard Academy è a numero chiuso ed i fortunati alunni imparano i fondamenti della sessuologia e dell’anatomia fino ad imparare le tecniche di spogliarello e lap-dance. Ma se volete partecipare sappiate che è possibile fare un “provino” direttamente al Sex-Festival e chissà se non si nasconda tra di voi un novello Rocco Siffredi.

 

IL TALENT SHOW – I provini sono gratuiti e vengono proposti all’attenzione di case di produzione, registi e talent scout che nel caso contatteranno gli aspiranti attori. Ci sarà spazio anche per un talent show che vedrà protagonisti i portabandiera di alcuni tra i più importanti locali di strip tease e di lap dance. Ogni locale partecipante farà esibire la propria ragazza in uno spettacolo della durata di massimo 15 minuti sul palco centrale. A giudicare la performance un giornalista, una fotografa ed un insegnante di danza. La somma dei voti delle due esibizioni previste, per venerdi e sabato, formerà la classifica finale.

LA RETROSPETTIVA DI SCHICCHI – Al Sex Festival c’è spazio anche per il ricordo di colui che non c’è più, ovvero Riccardo Schicchi, il fotografo di Epoca diventato re del porno a seguito dell’incontro con Ilona Staller, in arte Cicciolina. Gli organizzatori del Sex Festival hanno deciso di rendergli omaggio con una retrospettiva dei suoi film più celebri. Inutile dire che per chi ha messo su questo festival l’ex fotografo rappresenti una specie di idolo assieme alla sua agenzia Diva Futura. Negli anni grazie alla sua attività, continuano gli organizzatori, ha permesso di spingere sempre più in là il confine dell’oscenità diventando un genio dell’eros.

 

IL MI-SEX – Quindi, se volete, sappiate che a soli 25 euro avrete tutto questo in assoluta libertà e disibinizione. Dai film di Riccardo Schicchi, definito un eroe del genere, fino all’attività di ragazze discinte -ma professioniste- che sapranno coccolarvi a dovere, voi appassionati del genere. Probabilmente qualcuno dei lettori storcerà il naso nel leggere che è possibile in una città come Milano assistere ad un simile spettacolo ma forse non tutti sanno che questo “sex-festival” non è altri che la prosecuzione di un’esperienza che ha caratterizzato nel profondo la vita sociale della città, ovvero il Mi-Sex il quale, con le sue 18 edizioni, ha rappresentato un must per gli appassionati del genere milanesi e non solo.