|

L’app per fare sesso con gli amici di Facebook

“Vorresti fare sesso con i tuoi amici di Facebook?”. Con la controversa  applicazioneBang with friends“, rilasciata la scorsa settimana da tre sviluppatori, potrebbe non essere più impossibile, come spiega il Daily Beast.

ANONIMATO? – “Bang with friends“, la nuova Facebook app, spiega di voler aiutare “l’utente anonimo a trovare ‘amici’ per la notte, permettendo però di ‘abbinare’ soltanto persone che accettano tra loro di volersi conoscere”. Ma come ci si potrebbe aspettare da una applicazione del social network, spesso criticato per il mancato rispetto della privacy, non tutto potrebbe essere anonimo.  Questo perché – sottolinea Buzzfeed – quando si accede all’app si possono vedere nello schermo i tuoi amici di Fb di sesso opposto. L’applicazione sarebbe poi progettata per realizzare i curiosi “abbinamenti” soltanto tra eterosessuali. E soltanto per errore può mostrare gli iscritti che non hanno specificato il sesso tra le informazioni del proprio profilo.

NUMERI – L’applicazione, lanciato soltanto una settimana fa, ha già raccolto l’interesse di più di 20mila persone. Il trio di sviluppatori ha spiegato di voler restare sconosciuto al grande pubblico: nemmeno con le ricerche su Whois sul dominio “BangWithFriends.com” è stato possibile rintracciare la loro identità, dato che le loro informazioni di registrazione risultano non visibili.

APP CONTROVERSA – Gli sviluppatori si sono però difesi di fronte alle accuse sulla funzione controversa della nuova applicazione: “Stiamo solo offrendo maggiori possibilità”, hanno spiegato. Eppure, le prime recensioni non sono state positive. Il Daily Dot ha sottolineato come l’applicazione sia un chiaro indicatore di come la società abbia ormai dimenticato come comunicare verbalmente. Daily Beast spiega come il gruppo degli sviluppatori (con sede in California) abbia pensato l’idea dell’app come un modo per migliorare i servizi offerti da siti come Match.com o eHarmony. Il servizio di Facebook – social network utilizzato principalmente da persone con età compresa tra i 18 e i 34 anni – è pensato soprattutto per gli studenti del college, che utilizzano i social per entrare in contatto con nuovi amici e far nascere nuove relazioni. “Dobbiamo essere in grado di parlare di sesso, senza falsi moralismi, perché di questo parlano i giovani nella vita reale”, hanno aggiunto gli sviluppatori.  I creatori sostengono  come l’applicazione – che mostra una donna parzialmente nuda sdraiata su un letto nell’immagine sulla home page – non sia pensata soltanto per gli uomini. “Dopo l’applicazione erano già più di mille le coppie ‘abbinate’ , hanno spiegato gli sviluppatori. Che spiegano come la combinazione possibile soltanto tra eterosessuali non sia una scelta contro la comunità LGBT: “Siamo favorevoli alla tutela dei diritti dei gay, stiamo già lavorando anche per loro. Quella che abbiamo rilasciato è una versione da migliorare, perché vogliamo dare a tutti questa possibilità”, hanno concluso. Annunciando anche limitazioni per i minori e parenti: “Stiamo creando strumenti personalizzati per impedire che i nostri fratelli più piccoli accedano al servizio”, hanno concluso.