|

Il serial killer cannibale che vendeva carne umana

Il cannibale che ha fatto a pezzi undici uomini e venduto la loro carne al mercato cinese è stato giustiziato.

IL CASO – “È carne di struzzo” diceva nei banchi dei mercati cinesi ma la merce che portava era umana. Avevamo parlato dell’arresto di Zhang Yongming qui. L’uomo ha ucciso undici persone e ha tentato di commercializzare la “carne” dei cadaveri. Yongming, 57 anni, è stato riconosciuto colpevole e giustiziato.

LE INDAGINI – Quando la polizia ha fatto irruzione nella sua abitazione, ha trovato bulbi oculari conservati in bottiglie di vino, nello stesso modo in cui gli asiatici tengono i serpenti per il vino e carne umana essiccata. I vicino lo conoscevano come “il mostro cannibale” inoltre hanno raccontato di aver visto ossa sporgere dalle buste dell’immondizia. Già condannato per omicidio nel 1997, nel mese di luglio è stato condannato a morte nella città di Kunming e oggi è stato giustiziato.

 

LEGGI ANCHE: