|

Maria Paola Rauso: la rugbista anoressica che si è tolta la vita

Il rugby italiano è in lutto per la morte di Maria Paola Rauso, giocatrice diciottenne del Rugby Clan di Santa Maria Capua Vetere. La ragazza si è tolta la vita ieri impiccandosi nella sua abitazione a San Tammaro, insieme a un biglietto indirizzato ai familiari sul quale c’era scritto “Vi voglio bene, perdonatemi”.

I siti che parlano di rugby sono a lutto. Su sportcasertano.it si racconta:

Se ne va una persona di talento, sportivo e non, che si è sempre mostrata cordiale e sorridente all’interno della sua squadra (maschi compresi) e nella quale tutti vedevano e vedranno un punto di riferimento. In questi casi non si può andare oltre, perché le ragioni sono personali, i fatti di sicuro più grandi di noi che ne scriviamo o che lo racconteremo. Resta il silenzio e una zolla di campo che sarà sempre alimentata dallo spirito di un’atleta che sarebbe potuta diventare una campionessa. Il ricordo è straziante negli occhi delle sue amiche e compagne di squadra del Clan, ‘pioniere’ come lei che ha fatto avvicinare tante ragazze a questo sport che molti pensavano fosse per uomini duri, lei che era uno scricciolo. “Non si tirava mai indietro, mai”, così un commosso Valentino Pirro, suo primo allenatore. “E’ un dolore grande, uno sconforto totale – afferma il presidente Giuseppe Casino – per una perdita di una ragazza di alto valore umano. Sapevamo perfettamente dei suoi problemi e per questo avevamo deciso di comune accordo di smetterla per un po’ con gli allenamenti. E’ stata, però, sempre coinvolta dalle ragazze in tutte le iniziative, come quella del mercatino natalizio ed è stata presente a fare il tifo nella partitella delle ragazze contro l’Under16”

Il Presidente della FIR Alfredo Gavazzi ha disposto che un minuto di silenzio venga osservato nel fine settimana su tutti i campi d’Italia in memoria di Maria Paola Rauso, diciottenne rugbista del Rugby Clan di Santa Maria Capua a Vetere prematuramente scomparsa nella giornata di ieri, scrive Dotrugby.it.