Redditometro, i parametri per chi rischia l’accertamento

il nuovo redditometro

Basati sulla soglia Istat. La tabella del Corriere della Sera

Redditometro al via, con tanti guai. Antonella Baccaro sul Corriere della Sera spiega come funziona lo strumento dell’Agenzia delle Entrate per accertare l’evasione fiscale. Quando i parametri di guadagno e di spesa discorderanno per più del 20% scatterà l’accertamento, spiega il quotdiano. Che ci fa anche sapere come funzionerà il nuovo strumento:

Meglio allora tenere sotto controllo le spese, sapendo che ilmeccanismo del redditometro, che si applicherà a partire dai redditi del 2009, prevede che per 26 tipologie di beni e servizi sui 56 presi in considerazione si tenga per buono il valore più alto tra quello dichiarato dal contribuente e quello risultante dalle medie dell’Istat.

Questa la tabella di riferimento:

L’esempio del quotidiano:

Supponiamo che il contribuente possegga un’automobile per la cui manutenzione spende 5 mila euro l’anno, come risulta dalle relative ricevute. Nel momento in cui quel contribuente venisse sottoposto a una verifica di coerenza da parte dell’Agenzia delle Entrate, questa andrebbe a verificare sulle tabelle dell’Istat qual è la spesa media per una simile manutenzione, e tra i due valori, quello dichiarato e quello medio, gli imputerebbe il maggiore