Erezioni presidenziali, le orge dei Kennedy con Marilyn e Sinatra?

Secondo una testimonianza resa all’FBI, JFK, i suoi fratelli Bob e Teddy, Marilyn Monroe, Frank Sinatra, ed altri “volti noti”...

Secondo una testimonianza resa all’FBI, JFK, i suoi fratelli Bob e Teddy, Marilyn Monroe, Frank Sinatra, ed altri “volti noti” avrebbero partecipato ad un “sex party” al Carlyle Hotel di New York


Secondo una testimonianza resa all’ufficio di Milwaukee del FBI, i tre fratelli Kennedy, John, Ted, e Bob, Marilyn Monroe, Frank Sinatra ed alcuni membri del suo famoso Rat pack, si sono incontrati in una suite del Hotel Carlyle di New York per un party orgiastico a base di sesso. Il rappoto è del luglio del 1965 e, a detta del testimone, ne sarebbe a conoscenza la stessa FBI che all’epoca sarebbe stata avvisata da un informatore. Il Federal Bureau of Investigation, tuttavia, avrebbe “segretato” la nota, inserendola in una più ampia documentazione che riguardava i rapporti, mai troppo chiari, tra lo stesso Sinatra e personaggi ritenuti appartenenti alla mafia americana, per impedire l’esplosione di uno scandalo che avrebbe fatto tremare la stessa Casa Bianca. Allora, svela il New York Post evidentemente qualcuno pensò che la “spiata” fosse stata una sorta di “trappolone” ideato proprio dalla mafia, per mettere in grave imbarazzo i Kennedy. Sta di fatto – se confermata – che tutta la vicenda fu rapidamente messa a tacere. Gli Usa degli anni ’60, evidentemente, erano diversi dall’Italia dei “lettoni di Putin”… di oggi.

SEX AND THE CITY – Secondo la testimonianza resa recentemente al FBI di Milwaukee, tra i partecipanti al sex party c’erano “in situazioni molto compromettenti“, oltre alla Monroe, anche altre donne tra cui la moglie del fratellastro dei Kennedy, l’attore Peter Lawford. Proprio in quegli anni, ricorda il NY Post, Bob Kennedy era procuratore generale degli Stati Uniti (1961-1964). In quel periodo lanciò una dura battaglia contro la criminalità organizzata americana. La mafia, quindi, a conoscenza delle sue abitudini diciamo così, un po’ pruriginose, decise di metterlo in imbarazzo davanti agli occhi della sempre severa – quanto si tratta di cose di sesso – opinione pubblica americana e anche di quella internazionale. La nota del FBI dell’epoca, come detto, sarebbe contenuta in una più vasta documentazione di ben 2.352 pagine che, tuttavia, presto potrebbe essere resa accessibile a seguito anche della morte avvenuta lo scorso agosto, dopo una lunga battaglia contro il cancro, del terzo ed ultimo dei fratelli Kennedy, Ted.

I WANNA BE LOVE BY YOU… – A testimoniare a Milwaukee è stata una donna divorziata da un importante multimilionario di Manhattan, la quale ha dichiarato di essere a conoscenza delle orge avvenute al Carlyle Hotel. “E ‘stato riferito – scrive il NY Post – che la quarantenne signora Jacqueline Hammond, dispone d’informazioni importanti concernenti quegli incontri a base di sesso“. Tra coloro che hanno partecipato a quel “sex party”, sostiene la Hammond, c’erano John, Robert e Ted Kennedy, Marilyn Monroe, Frank Sinatra, Sammy Davis Jr, Lawford e sua moglie, Patricia Kennedy.

…BOOP BOOP A DOOP! – Del resto, afferma in NY Post, è stato ampiamente riportato come nei primi anni 1960 John Kennedy prenotò un appartamento di due stanze sempre al Carlyle, dove trascorse tutta la notte proprio con la Monroe dopo che questa aveva cantato il celebre “Happy Birthday, Mr. President“, in occasione del suo 45° compleanno. Tuttavia, secondo una nota redatta dall’ufficio di presidenza del FBI diramata proprio ieri, non si ritiene che le informazioni e la stessa testimonianza di Milwaukee della signora Hammond sia particolarmente “solida“. Staremo a vedere.