|

Il dipendente che puzza troppo per lavorare

Un dipendente federale è stato formalmente rimproverato per aver creato disagio sul posto di lavoro e soprattutto ai suoi colleghi. Huffington Post racconta cosa gli è successo.

IL CASO – Il dipendente che ha subito un reclamo non è stato disattento sul lavoro ma è stato accusato di rendere l’atmosfera di lavoro invivibile, in ogni senso, per via di un incontenibile problema gastrico. La lettera contiene una serie di dati dettagliati in cui l’uomo avrebbe manifestato flatulenza, rilasciando “un terribile odore” nell’ufficio che condivide con i colleghi a Baltimora, riferisce Huffington Post.

leggi la lettera di richiamo qui:

CONSEGUENZE – L’uomo che ha 38 anni e risiede nel Maryland ha dichiarato di soffrire alcuni problemi fisici ma un suo collega della Social Security Administration ha riferito che i problemi citati dall’uomo non hanno a che fare con quelli di carattere gastrico. Il dipendente federale è in realtà fortunato perché in America si licenzia per molto meno, ad esempio una segretaria del Minnesota è stata licenziata lo scorso luglio perché “puzzava troppo di fumo”.

LEGGI ANCHE: