Elezioni 2013, tutti i partiti in campo

20/12/2012 - di

Sono almeno 15 le liste che si presenteranno alle prossime Politiche. La metà è all'esordio

Elezioni 2013, tutti i partiti in campo

Saranno almeno 15 le liste presenti alle prossime Politiche sulla scheda elettorale. Un’infografica di Lapresse pubblicata stamane sul Giornale raccoglie vecchi e nuovi simboli che si sfideranno per conquistare seggi alla Camera e al Senato. Circa la metà dei partiti non erano presenti alle elezioni del 2008. Non c’era, ad esempio, il Grande Sud di Gianfranco Micciché, fuoriuscito dal Pdl, e nemmeno l’Api di Francesco Rutelli, ex leader della Margherita. Il 24 febbraio esordirà alle Politiche anche Sinistra Ecologia Libertà di Vendola, che cinque anni fa militava nella sinistra radicale che si presentò al voto con il simbolo dell’Arcobaleno. Debutterà pure Futuro e Libertà di Gianfranco Fini, espulso dal Pdl nell’estate del 2010. Tra le nuove liste ci saranno anche il Centrodestra Nazionale di Ignazio La Russa, ex coordinatore del partito di Berlusconi, il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, la Lista Montezemolo, il Movimento Arancione di Luigi De Magistris e Antonio Ingroia, Fermare il declino di Oscar Giannino.

 

Il Giornale espone anche tre punti cardine della strategia berlusconiana.

 

LEGGI ANCHE:

2 Commenti

  1. abacus scrive:

    i soliti disinformatori del cazzo sionisti, avete volutamente ignorato diverse liste, antieuropeiste e sopratutto contrarie al vostro fottuto e truffaldino euro!!!

    per cominciare ci sarà la lista di paola musu (si siamo italia), l’avvocato che ha denunciato il governo, napolitano e merde golpiste varie.

    forzanuova
    casa pound
    fiamma nazionale
    socialismo nazionale

    e svariate altre minori che hanno già raccolto le firme necessarie

    dovrebbero proibirvi di fare disinformazione.

  2. Paolo Pepponi scrive:

    è evidente che siamo su l’orlo del baratro e tutti sono alla ricerca dei colpevoli e di chi ci può salvare,ma la colpa di quello che sta succedendo è solo nostra, siamo noi che quando votiamo disperdiamo i nostri voti in ben 25/30 partiti senza dare incarico e responsabilità ad un unico partito, il referendum a detto chi gli italiani sono per il bipartitismo destra e sinistra, che vantaggi hanno data i voto dati a Vendola Monto Fini Casini,i voti futuri che darete ad Alfano ecc.ecc. se non quello di creare ingovernabilità. Vogliamo risolvere i problemi eleggete o la sinistra o la destra, in modo che il cittadino sappia veramente quale partito fa il bene dell’Italia,ed eliminare tutte le scuse, perche cosi come sono le cose la colpa è sempre dell’altro e alla fine sono tutti innocenti e tutti mangiano allegramente con i nostri sacrifici e se la ridono allegramente, un vecchio detto dice – Dividi e impera- nulla di piu vero, se ci piace questa situazione continuiamo a votare i mezzi partiti però non ci si deve lamentare:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ultime Notizie

Roma-Milan

Roma-Milan, in streaming (video-radio)

19:45 Roma-Milan, terzo anticipo della sedicesima giornata di Serie A, una delle partite più importanti di questo mese di dicembre. La Roma cercherà di stare in scia alla Juventus e per fare questo dovrà battere un Milan galvanizzato dalla vittoria CONTINUA