|

Adam Lanza: vegano, sociopatico, ballerino. E non uccideva animali

Continuano ad affluire informazioni e notizie su Adam Lanza, il killer dei bambini di Newport: e risulta sempre più difficile dividere la sua storia personale dalla sua storia familiare. Perché la sua vicenda umana si intreccia a filo doppio con quella della madre, Nancy, da lui uccisa prima di uscire di casa.

 

LEGGI ANCHE:  La bimba che sopravvive alla strage di Newtown fingendosi morta

 

LA VITA DI ADAM – Era una madre affettuosa e amichevole che faceva di tutto, pur essendo rimasta sola, per quel figlio un po’ strano, intelligente ma un po’ sgarbato, sociopatico e problematico.

La Msnbc ci fa un ritratto abbastanza completo della famiglia Lanza, di quel piccolo nucleo familiare dell’America profonda che è diventato origine di una vera e propria tragedia nazionale. Amici e abitanti della piccola comunità ricordano il comportamento di Adam: “Un ragazzo di maniere abbastanza pacate, interessato alla tecnologia, all’ingegneria, a cui piaceva tenersi a distanza dalle persone”, racconta Russel Hanoman, amico della madre. “Mi ricordo di averlo incontrato, era molto distante da me, ha fatto tre passi lunghissimi avanti; mi ha stretto la mano, l’ha rimessa via e ha fatto altri tre lunghissimi passi indietro”. Era un vegano integrale, mangiava solo cibi biologici ed era un discreto ballerino – “almeno, per quanto riguarda Dance Dance Revolution”, il gioco elettronico che prevede anche la partecipazione di un secondo giocatore: “Ma quando qualcuno si avvicinava, Adam si allontanava”. “Era piuttosto esperto di politica per essere un adolescente, parlava sempre di libero mercato e capitalismo”, continua Hanoman.

MAMMA NANCY – Nonostante questo comportamento antisociale a casa stavano pensando a quale college iscriverlo, visto che il padre, che si era separato dalla madre tempo addietro, fra gli obblighi che aveva accettato aveva quello di pagare il college al figlio. Peter Lanza lavora alla General Electric e nel 2009 ha divorziato da Nancy senza particolari patemi, dice la Msnbc, né dispute: fra gli obblighi assunti dal padre, l’educazione dei figli, un’auto per Adam, la casa di Newport da consegnare alla moglie, nonché un sostanzioso assegno di mantenimento che aveva permesso alla madre, analista finanziaria, di smettere di lavorare; con la madre, Adam si recava ogni tanto al poligono. Le armi della tragedia di Newport sono, infatti, interamente di proprietà di Nancy.

 

LEGGI ANCHE: