|

Il museo più spaventoso del mondo

A Philadelphia c’è un museo medico che raccoglie e mostra i casi più difficili e curiosi incontrati nel corso degli anni. L’obiettivo è far vedere di cosa è capace il corpo umano. La Bild l’ha visitato.

IL CASO – Tumori nei barattoli, teste conservate nella formaldeide e cadaveri di bambini: una breve presentazione per descrivere lo scenario che si presenta agli occhi dei visitatori del Mutter Museum di Philadelphia. I reperti sono conservati in teche di legno che danno l’aspetto di normali biblioteche ma di normale c’è ben poco. Di seguito una serie di scatti a reperti del museo, ma si consiglia di fare attenzione perché le immagini potrebbero urtare la vostra sensibilità.

 

Attenzione! Immagini forti

REPERTI – Chi ha avuto modo di scorrere la gallery, avrà sicuramente notato la testa di una donna con un corno. È esistita veramente, era una lavandaia che viveva a Parigi nel 1800 e improvvisamente ha dovuto convivere con quella “novità” che le spuntava dalla testa. “Non era in pericolo di vita. Il corno è costituito dalle stesse proteine delle unghie e dei capelli solo che, in questo caso, sono cresciute nel posto sbagliato” ha spiegato la direttrice del museo Margaret Lyman.

IDEA – La maggior parte dei visitatori spera che i “pezzi” esposti non siano reali ma “è tutto vero” conferma Lyman. Ci sono anche delle repliche di cera ma l’orrore non diminuisce. Ci sono teste corrose dalla malattia, selezioni di teschi abnormi e bambini nella peggiore delle condizioni, racconta la Bild. Insomma, non aspettatevi una passeggiata di piacere se scegliete di varcare la soglia del Mutter Museum.

LEGGI ANCHE:

(Photo Credit/Die Bild)