|

Vito Lombardo: il prete che annuncia sull’altare che diventerà papà

La storia la racconta il Giornale di Sicilia nell’edizione di Palermo, e l’ha ripresa l’Ansa (LEGGI QUI): padre Vito Lombardo, 33enne parroco della chiesa di San Lorenzo, che si trova nella frazione di Xitta dalle parti di Trapani, ha annunciato il suo addio alla tonaca:

 

«Oggi è la mia ultima messa. Mi sono innamorato e presto diventerò papà». I parrocchiani sono rimasti di sasso. Lui, senza scomporsi, ha guadagnato la sacrestia con l’aria di chi si era appena tolto ungrossopesodalle spalle.Perché quella relazione, a quanto pare con una ragazza marsalese, che andava avanti da tempo, era un segreto che non poteva più rimanere tale. La compagna del prete, infatti, è al quinto mese di gravidanza.Così lui ha scelto di dismettere l’abito talare per ricominciare una nuova vita, dedicandosi alla sua donna e al nascituro, continuando a servire Dio, ma in maniera diversa da come finora aveva fatto. Il prete innamorato ha sentito l’obbligo morale di informare i suoi parrocchiani, prima di fare richiesta di dispensa alla Santa Sede: «Voglio sposarmi».

Scrive il Giornale di Sicilia che Lombardo era diventato parrocco della chiesetta meno di un anno fa, dopo la sospensione «a divinis» di don Ninni Treppiedi a causa di una brutta storia di appropriazioni di fondi:

 

A fare scattare l’amore è stato un bacio «galeotto». A confermare quelle che fino a domenica mattina erano soltanto voci, pettegolezzi, chicchieredabarè stato lo stesso padre Vito, con una scelta coraggiosa. Parlare ai fedeli, appunto, in chiesa altermine della funzione religiosa. Lo ha fatto con grande serenità, senza badare tanto ai giudizi e ai pregiudizi della gente. La sua gente. Quella che aveva ascoltato, confessato, assolto. «Sono innamorato », ha detto il parroco. E l’amore rende ogni cosa possibile, dà forza, fa superare gli ostacoli. In attesa della riposta del Vaticano, don Vito si è «autospeso» e ha fatto rientro nella sua città: Alcamo.