|

“Vi dico cosa si prova a crescere con due madri”

Il Tages Anzeiger ha esplorato la vita di un ragazzo cresciuto senza papà ma con due mamme. Ecco come è andata.

LEGGI ANCHE: Il destino del matrimonio gay

IL CASO – “Che cosa si prova a crescere con due madri” chiede Tages Anzeiger che probabilmente non si aspettava di incontrare un ragazzo  dalle fattezze “normali” con i riccioli biondi, le Adidas e una sciarpa. Pan Gender, il “misterioso” prodotto cresciuto da una famiglia lesbica, ha 31 anni e stupisce il giornalista perché lo accoglie a casa sua con un abbraccio. “Una volta incontrato ci si rende conto che l’uomo è semplice, affettuoso e aperto” spiega l’intervistatore.

LA VITA – Pan è un commerciante e divide la casa con quattro inquilini a Berna ma viene da un piccolo villaggio dove ha trascorso infanzia e adolescenza cresciuto dall’affetto di sua madre e della sua compagna. Le due signore stanno insieme da 28 anni e si sono incontrate quando Gander aveva 3 anni. “Mio padre era qualcosa di astratto per me, non gli importava di me” dice Pan che l’ha perso quando aveva 13 anni. Tra i suoi genitori non funzionava e si sono lasciati quando è nato poi la madre ha avuto l’incontro che le ha rivoluzionato la vita e Pan ha guadagnato due madri che si sono prese amorevolmente cura di lui.

DIVERSITA’ – La vita in un piccolo villaggio non deve essere stata facile ma il ragazzo rivela che ha avuto più problemi a far accettare la scelta della sua dieta vegana anziché l’avere due madri. “I miei genitori sono le mie due madri Nina (mamma naturale) e Susan (la compagna)”. È stato cresciuto da entrambe, ad esempio era Susan che si occupava di accompagnarlo a pattinaggio e alle lezioni di tiro con l’arco o che lo aiutava  a risolvere i compiti a casa. Inizialmente, la coppia non era dichiarata apertamente per il timore che si ha in genere quando si vive in una piccola comunità ma adesso non si nasconde più. Gender sostiene di non essere mai stato oggetto di critiche e di essere stato pienamente accettato dai suoi amici e naturalmente è pienamente d’accordo con le adozioni per le famiglie omosessuali.

 

LEGGI ANCHE: 

(Photo Credit/Tages Anzeiger)