|

I 700mila euro di Silvio alla bella senatrice

Ci sono anche 700mila euro di soldi pubblici dati da Silvio Berlusconi ai Liberal Democratici di Italo  Tanoni e Daniela Melchiorre (la bellissima parlamentare già incoronata in altre occasioni, ma anche prontissima a dire addio al governo con una coerenza di ferro: nominata sottosegretario, se ne andò dopo un mese) tra le donazioni del Popolo delle Libertà. Chris Bonface, altro pseudonimo di Franco Bechis, ne parla su Libero:

La cifra è consistente: 700mila euro. Una somma con cui si fanno quasi quattro corse da candidati alle elezioni primarie (il tetto di spesa in quelle del Pd era appunto di 200mila euro). L’assegnone è stato girato il primo agosto scorso dal Popolo della Libertà ai Liberal Democratici per il Rinnovamento, movimentino politico guidato da Italo Tannoni e Daniela Melchiorre. Le ragioni di questo finanziamento sono francamente incomprensibili, eppure quei soldi sono nero su bianco fra le entrate “private” dei partiti censiti secondo la legge sul finanziamento pubblico, con tanto di ricevuta depositata alla tesoreria congiunta del Parlamento, a palazzo San Macuto.

 

LEGGI ANCHE: “Le primarie del PdL? Sono come il pulcino Pio”

 

Che rapporti hanno Tannoni e la Melchiorre con il Pdl? Oggi quasi zero.

Nel passato i due, provenienti dal movimento di Lamberto Dini, hanno ondeggiato più volte fra l’una e l’altra sponda del Parlamento. Per qualche attimo sono sembrati unirsi al gruppone dei responsabili che tennero in piedi il governo di Silvio Berlusconi dopo l’abbandono di Gianfranco Fini. Poi per mesi hanno oscillato. Ma quel poco di impegno che hanno messo, evidentemente deve essere stato prezioso. Il più prezioso di tutti. Perché anche altri hanno ricevuto dal primo gennaio ad oggi finanziamenti dal Pdl. Ma nessuno in modo così generoso.

LEGGI ANCHE: