Le 15 parole da non usare mai su Linkedin

di - 04/12/2012 - Le parole chiave che voi pensate importanti per farvi emergere in realtà potrebbero avere l'effetto contrario agli occhi di un cacciatore di teste

Le 15 parole da non usare mai su Linkedin <1>

Tutte le foto <1>

Le 15 parole da non usare mai su Linkedin

Vedi foto

    SCOPRI >>

    Businessinsider ci parla di una ricerca condotta da Linkedin il quale ha scandagliato i profili di 187 milioni di utenti del social network scoprendo una serie infinita di parole chiave forse sovrautilizzate.

     

    LEGGI ANCHE: Diventa un mago di gmail in 10 semplici mosse

     

    ANDATE E MODIFICATE - Se voi pensate che queste parole possano impressionare un responsabile delle risorse umane, sappiate che la persona in questione potrebbe soffrire del problema contrario, ovvero che potrebbe evitare di prendervi in considerazione perché avete scritto una cosa che hanno fatto tutti. Altro che differenziale. Quindi se state usando una di queste parole cambiatele subito altrimenti nessun responsabile di risorse umane potrebbe prendervi in considerazione.

    LEGGI ANCHE:

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

    Ultime Notizie

    Foto Fabio Cimaglia / LaPresse

    Il Pd vola nei sondaggi. Ma senza Italicum non ha la maggioranza

    9:30 Il Pd vanta oggi oltre il 42% dei consensi. Ma rischia di non ottenere la maggioranza assoluta dei seggi in caso di elezioni anticipate. Ecco la composizione della Camera dei Deputati in caso di voto con le norme attualmente in vigore o con la riforma già passata a Montecitorio CONTINUA

    Emilio Fede

    La pochade mediatico-giudiziaria

    9:02 Dovrebbe essere una cosa tremendamente seria, ma dopo tanti anni di stato di polizia a bassa intensità si ha quasi l’impressione che il circuito mediatico-giudiziario cominci a far ridere. Come una pochade, appunto. Gli schemi sono saltati CONTINUA