|

La differenza tra una pornostar e le altre donne

Una ricerca pubblicata sul Journal Of Sex Research e ripresa da BuzzFeed, svela tutto quello che vorremmo sapere (ma che non abbiamo mai osato chiedere) sul mondo delle attrici hard. In cosa differisce la loro vita rispetto a una donna con un lavoro “normale”? Quanto la professione influisce sullo stile di vita? La ricerca ha messo a confronto 177 attrici porno con altrettante donne uguali a loro per età, etnia, background sociale e stato civile, ma che non sono coinvolte nell’industria più redditizia di sempre. E i risultati sono molto, molto interessanti.

Guarda le foto: 

ORIENTAMENTO SESSUALE – Il 67,1% delle pornodive è bisessuale, contro il 32,9% che ha dichiarato la propria eterosessualità. Le percentuali cambiano quando si passa alle donne “non pornodive”: il 92,9% è eterosessuale contro il 7,1% di coloro che si sono dichiarate eterosessuali.

VITA SESSUALE – In media, una donna che lavora nell’industria del porn ha avuto il primo rapporto a 15,12 anni: un paio d’anni in anticipo rispetto alle altre donne che, in media, hanno avuto la prima esperienza sessuale intorno ai 17,28 anni. Nell’arco della sua vita, una donna “normale” ha poco più di 5 partner: nulla in confronto di una pornostar che, in media, ha 74,76 partner nel corso della propria carriera, di cui 9,64 soltanto in un anno (contro l’1,46 delle donne non-pornodive). Il dato diventa ancora più interessante quanto si chiede loro quale sarebbe il numero perfetto di partner: una donna “normale” dice 3,43. Mentre la media delle risposte delle pornodive si attesta a poco più di 21, anche se molte hanno dichiarato che non ha importanza il numero, basta che siano tutti rapporti protetti.

 

LEGGI ANCHE: Le foto (e il video) del calendario Pirelli 2013

 

MAGGIORE AUTOSTIMA – E qui viene il bello: stando a certe risposte, infatti, chi lavora come attrice di film hard sembrerebbe avere una considerazione di sé maggiore rispetto a quella delle donne “normali”, sentimenti più positivi e un livello di spiritualità più alto. E si godono di più il sesso, anche. Infatti, se chiedete a una pornodiva quanto apprezzano ogni rapporto su una scala da 1 a 10, il 69% di esse vi risponderà 10, contro il 32,8% delle altre donne.

ABUSO DI ALCOOL O DROGHE – C’è però un’altra faccia della medaglia, ed è lo spettro dell’abuso di alcool e di sostanze stupefacenti: il 23,7% delle attrici porno ha avuto problemi di alcolismo e hanno provato più spesso droghe come la marijuana, gli allucinogeni, la cocaina o il meth. Solo il 14,25% delle non-pornodive ha dichiarato di fare abuso di alcool.

 

LEGGI ANCHE: