Bioxen e la pubblicità sessista

di - 25/11/2012 - Per avere più "calore"

Bioxen e la pubblicità sessista

La Bioxen, “primaria azienda italiana settore energia” come recita il comunicato di Emme Comunicazione, l’agenzia che ha realizzato lo spot, ha ideato (sempre nel comunicato si legge: “Ideazione dello spot è del cliente”) una campagna pubblicitaria quanto meno discutibile, nella quale l’unica idea è quella di sfruttare il sesso per vendere. Un’idea non proprio nuovissima insomma. Sui giornali la pubblicità consiste nella foto del prodotto che Bioxen vende accostata con l’immagine di una donna poco vestita e uno slogan pruriginoso.

LO SPOT – Nello spot realizzato da Emme Comunicazione un ragazzotto “cerca più calore”mentre guida. Una provvidenziale ragazza, poco vestita, gli offre una soluzione, griffata Bioxen ovviamente.

Edit –  Emme Comunicazione aggiunge: “Emme Comunicazione ci tiene a precisare che ha realizzato lo spot su indicazioni precise e storyboard del cliente. Non abbiamo realizzato la pubblicità cartacea. Buon lavoro”.

Edit 1 – Riceviamo e pubblichiamo il commento di Bioxen: La società Bioxen ci tiene a precisare quanto segue: Lo spot Video e quello cartaceo sono stati girati sul filo del doppio senso all’unico scopo di poter creare ilarità e null’altro messaggio a sfondo sessuale. Considerato il fatto che stiamo parlando di un doppio senso, è soggetto a doppia interpretazione. Siamo dispiaciuti che nel 2012 esistano ancora persone che riescono a “vedere” e “giudicare” un senso unico. A LORO ma solo a LORO chiediamo scusa, se gli abbiamo suscitato tutto tranne ciò che volevamo. Il nostro Paese stà attraversando un momento difficile e come molti comici, creano sorrisi in prima serata sulle RETI Nazionali, anche noi nel nostro volevamo contribuire a strappare un sorriso in mezzo a tanta sofferenza. Grazie per i Vostri commenti

25 Commenti

  1. Skilly scrive:

    Siamo un paese becero, finche la cultura imperante sarà quella di usare le donne come merce e finche non ci sará una seria reazione delle donne a non prestarsi a simili giochi, non lamentiamoci di questa Italietta…

  2. boh scrive:

    E’ pur sempre vero che gli italiani sopravvalutano anche la quantità di tronchi e la loro efficacia nel riscaldare…in tutti e due i sensi (siamo uno dei paesi europei che ha meno alberi e siamo uno dei paesi europei che si crede ancora grand’amatore solo perchè ha Rocco Siffredi)

  3. Emme Comunicazione ci tiene a precisare che ha realizzato lo spot su indicazioni precise e storyboard del cliente.
    Non abbiamo realizzato la pubblicità cartacea. Buon lavoro.

    • Carmelo scrive:

      Bastava dire no. Invece lo avete realizzato e lo avete inserito nel vostro portfolio e questo, lasciatevelo dire, non depone a vostro favore.
      Infine salto a piè pari commenti sulla qualità della realizzazione dello spot, che non voglio infierire.

      • Carlo scrive:

        Siamo arrivati a scandalizzarci x un seno(coperto) in uno spot locale,quando milioni di spot e brand mondiali come Breil,Fastweb,EA,Chanel,Coconuda ecc ecc improntano tutto il loro budget pubblicitario e la loro immagine sulle curve e la sensualita’ delle donne!
        Iniziate a fare la guerra alle tv di servizio e ai quotidiani(come questo)che x qualke soldo pubblicano spot e foto di marchi con donne oggetto e altro ancora!
        Alla fine che se ne parli va solo a vantaggio del marchio in questione che riceve piu’ popolarita”!
        Carmelo tu che sei il futuro Spielberg suggerisci spot migliori!

        • Carmelo scrive:

          “Hai bisogno di più calore?” “sì, ma chissà quanto mi costa” fissando il decolletè della ragazza.
          Siamo ben oltre la donna oggetto, abbiamo settato un nuovo standard che, comunque, non toglie niente alle sacrosante critiche ai marchi che hai citato.

          Suggerire spot migliori?
          Non ci vuole molto, fidati.

    • il moralizzatore scrive:

      Traduzione: ci siamo resi conto solo ora che questo spot creerà molte polemiche negative, ma noi diciamo che è stata tutta idea del cliente così sono c… suoi, che se la veda lui.

      • Sinceramente non ci aspettavamo assolutamente polemiche di alcun genere, lo spot è abbastanza semplice, l’idea del cliente simpatica ma niente di così scandaloso. Poi ovviamente può piacere o non piacere e si possono esprimere mille opinioni. Come per ogni cosa.

        • Publicitario Anonimo scrive:

          Non mi vanterei tanto di non avere responsabilità sulla creatività. La produzione è scarsa più di quanto la creatività è volgare.

  4. Carlo scrive:

    Ci saranno milioni di spot incentrati sul giochetto della sensualita’ femminile,grossi brand come Breil,Fastweb,EA,Chanel il nuovo di Belen e poi fermo l’elenco x nn essere pesante!
    Queste polemiche sn inutili e patetiche,un finto perbenismo che nn fa altro che far parlare e attirare ancora piu le attenzioni sullo spot!
    A questo punto bene ha fatto Bioxen a fare questo sottile accostamento al quanto gogliardico!
    Se vi da’ fastidio potete iniziare a lamentarvi proprio dai quotidiani e dalle tv di servizio che propongono seni e culi in vista vicino ai prodotti e li pubblicano xke’ vengono pagati dalle ditte che fanno pubblicità!

    • Rex One scrive:

      Se ti sembra che quella di Bioxen sia solo una goliardata, e il nostro solo del perbenismo, immagina le due ragazze con la faccia di tua madre o quella di tua moglie…ti piacerebbe ancora questo spot? Ti piacerebbe mostrare le donne della tua vita così al mondo, denudate solo per 4 soldi?

      • veramente... scrive:

        Veramente, se sono maggiorenni, dovrebbero decidere loro, Rex One; un (o una) familiare al massimo può dispiacersene, ma deve accettare la scelta.
        Posta come l’hai posta tu, la questione è molto maschilista!

        • veramente... scrive:

          Trovo più sessista questa impostazione, che vede le donne sempre ed unicamente vittime e mai artefici del loro destino, come se fossero esseri senza pensiero e volontà, soprattutto considerato che a questo mondo tutto è mercificato e che la mercificazione sta bene a molti, maschi e femmine.
          La modella che ha girato lo spot non era alla canna del gas e non è stata circuita: ciò che trovo scandaloso, invece, è quando viene negata ogni possibilità o carriera a una donna che rifiuta una certa forma mentis o comunque un certo modo di proporsi.

  5. stefano il "Rieducatore" scrive:

    Non arrivo a capire…..ma dove le donne primeggiano? dove sono insostituibili? Nella scienza? nell’avvocatura? nella cultura in generale? NO! ….assolutamente , per quello sono alla pari con i maschi, notoriamente esseri inferiori.
    Le donne hanno in più, la bellezza e pure la patatina che notoriamente “tira”, quindi non vedo perchè lamentarsi….

  6. Gigia scrive:

    Manco sanno scopare gli italiani e si sentono dei grandi scopatori pensando che le donne siano disperatamente alla ricerca di cazzo come questi morti di figa. Io cambio paese, gli uomini italiani mi hanno deluso.
    E se qualcuno mi risponde che ci sono le straniere sappiate che le straniere ci stanno perchè non vi conoscono poi una volta in Italia se ne vogliono già tornare al loro paese chissà perchè.

  7. Annamaria Arlotta scrive:

    Alla Bioxen rispondo: questo tipo di umorismo greve e terra terra funziona forse con quei meccanici che tengono il calendario di donne in posa sexy nelle loro officine, e evidentemente con la persona che ha creato il vostro poster, per cui la figura femminile si identifica con la sessualità. Il fatto è che pubblicitari così ce ne sono tanti e purtroppo anche di donne che acconsentono a farsi ritrarre così, e il risultato è che dai manifesti appare un esercito di donne sensuali e disponibili. A causa di questo tipo di pubblicità, impensabile nella maggior parte dei Paesi europei, la donna è svilita perché ridotta al ruolo di soddisfacente di istinti sessuali, mentre la sua personalità e la sua umanità sono cancellate. Il messaggio è diseducativo nei confronti di tutti, ragazzi e bambini compresi.

    Invito chi ha commentato negativamente ad unirsi al gruppo contro la pubblicità sessista che ho fondato e che comprende più di cento uomini, tra cui personaggi noti. Portiamo avanti il mail bombing e altre azioni di protesta, e lodiamo le ditte e i pubblicitari che danno una visione della donna equilibrata e al passo con i tempi, come la Iodosan nel recente spot “Influmed”. Vi lascio il link e spero di vedervi in tanti, perché più siamo e prima cambiano le cose.
    http://www.facebook.com/home.php?sk=group#!/home.php?sk=group_139046259478883&ap=1

  8. andrea scrive:

    Scusate ma perché l’attrice non si è rifiutata? Le donne, soprattutto quelle italiane, conoscono il potere della loro patata e lo usano loro per prime per raggiungere scopi precisi. Non tutte, certo, ma molte, veramente molte che dopo e solo dopo aver raggiunto gli obiettivi si nascondono sotto la maschera del maschilismo.

  9. Lorenzo Sala scrive:

    si possono anche fare pubblicità con protagoniste donne non sessite
    http://www.somfy.it/home/Somfy_News/campagna-tv-2013.html

  10. Franca scrive:

    Gli uomini non capiscono…E ci sono tante donne che se ne fregano, complici di questa tristezza. Volevano “strappare un sorriso in mezzo a tanta sofferenza”…E’ imbarazzante pensare che qualcuno possa anche solo pensare una cazzata del genere…Ma chi volete prendere per il culo? Sono i soliti argomenti triti e ritriti, ma non per questo vanno accettati, mai. Io mi divertirei di + a vedere voi col tronco da qualche altra parte. Sai che risate!….(Tristezza…)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ultime Notizie

1) Lo starnuto è il metodo naturale che ha il corpo umano di espellere elementi esterni proteggendo i polmoni e gli altri organi da infezioni ed agenti patogeni (Gettyimages)

7 cose che non sai sugli starnuti

22:35 E voi siete sicuri di sapere tutto sugli starnuti? Livescience ci propone sette curiosità utili per scoprire qualcosa di più su un riflesso estremamente naturale ma che al momento appare ancora sconosciuto in molti fattori. Ad esempio, perché CONTINUA