La 102enne rapinata che giustifica i malviventi

09/11/2012 - di

In paese è conosciuta come “zia Peppedda”. Ma soprattutto per la sua umanità, ai limiti dell’autolesionismo. È la storia, di Giuseppina Siotto, 102enne di Orani, in provincia di Nuoro. La scorsa notte è stata rapinata in casa da due malviventi:ma,

La 102enne rapinata che giustifica i malviventi

In paese è conosciuta come “zia Peppedda”. Ma soprattutto per la sua umanità, ai limiti dell’autolesionismo. È la storia, di Giuseppina Siotto, 102enne di Orani, in provincia di Nuoro. La scorsa notte è stata rapinata in casa da due malviventi:ma, nonostante la disavventura, la donna ha giustificato il gesto: «Se l’hanno fatto, probabilmente ne avevano bisogno». Lo racconta Andreina Zichi sulla Nuova Sardegna.

IL FURTO – La donna, che vive sola, stava dormendo nella sua abitazione in Corso Italia,  arteria principale del centro abitato. Era da poco passata la mezzanotte, quando due malviventi, con il viso coperto da un passamontagna, ma non armati, si sono introdotti nella casa della nonnina. Scrive Zichi:

Dopo averla raggiunta, l’hanno svegliata, cercando però di tranquillizzarla, e le hanno chiesto dove tenesse i soldi e i gioielli. Non ottenendo una risposta, i due le hanno rimboccato con forza le coperte, per evitare che si alzasse dal letto, poi hanno iniziato a rovistare nelle stanze, fino a trovare il contante. I malviventi sono poi fuggiti portandosi via un bottino di 1400 euro, probabilmente i soldi della pensione, dileguandosi nel buio della notte, mentre “zia Peppedda”, che nel frattempo è riuscita a liberarsi, si è affacciata al balcone per chiedere aiuto. Immediatamente è scattato l’allarme, e la donna è stata raggiunta dai carabinieri della stazione locale, guidati dal maresciallo Mauro Martini, dai nipoti e dalle vicine di casa.

SORPRESA MA LUCIDA – Poco dopo, è stata la stessa nonnina a ricostruire l’accaduto davanti agli inquirenti “con dovizia di dettagli”. «In quel momento – ha raccontato l’anziana – non capivo se stavo ancora dormendo o ero sveglia, poi quando mi hanno chiesto dove tenevo i soldi, mi sono resa conto di cosa stava succedendo”.

PRESA DI MIRA – Per Giuseppina Siotto, si tratta del secondo furto subito in due anni: lo scorso autunno, alcuni ladri, mai individuati, si erano impadroniti di circa diecimila euro in contanti. Adesso un nuovo caso, tanto da provocare lo sdegno di tutto il paese, che la considera come un beniamino:

«Come amministrazione, siamo indignati per l’accaduto e condanniamo con forza questo ignobile gesto, perpetrato ai danni di un’anziana indifesa, tra l’altro ultracentenaria – ha dichiarato il sindaco Franco Pinna – Zia Peppedda, nonostante il brutto momento che ha vissuto, nella sua semplicità ha dimostrato grande umanità anche verso gli autori del gesto, e ciò, a mio avviso, evidenzia ancora di più la gravità di ciò che è successo».

NON SI ARRENDE – Nonostante la disavventura, zia Peppedda non ha intenzione di lasciare la sua casa nel centro del paese. Ha già deciso che continuerà a trascorrere lì le sue giornate, proprio come ha fatto nei suoi “primi” 102 anni di vita.

LEGGI ANCHE:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ultime Notizie

Torino-Hjk Helsinki

Torino-Hjk Helsinki, come seguirla in streaming

20:13 Torino-Hjk Helsinki, ecco lo streaming dell’incontro di Europa League tra i granata ed i finlandesi. L’incontro, il terzo del gruppo B, vede di fronte il Torino in testa con 4 punti insieme al Bruges mentre i finnici sono ultimi a 0. In CONTINUA