|

Il francobollo milionario al mercato delle pulci

E’ il sogno di ogni collezionista: comprare per pochi spiccioli un oggetto o un cimelio che si scopre valere una fortuna.

600 EURO – E’ quello che e’ accaduto a un pensionato di Dresda di 70 anni che vive ogni mese con 600 euro e che ha trovato un francobollo del 1861 che vale due milioni e mezzo. Bild ha raccontato che che la moglie di Reinhold Hoffmann ha acquistato per 20 euro al mercato delle pulci un pacco di due chili pieno zeppo di buste contenenti vecchi francobolli. Quando il filatelico dilettante ha cominciato ad aprire sul tavolo della cucina le prime buste, si e’ accorto dell’eccezionale ritrovamento. “Mi e’ venuto meno il respiro quando ho visto questo francobollo”, spiega riferendosi ad un minuscolo rettangolino di carta di 1,1 x 1,4 cm del valore di un centesimo di dollaro, emesso nel 1861 dalle poste americane in onore di Benjamin Franklin.

L’ERRORE CHE VALE MILIONI – “Ho cominciato a studiare la letteratura filatelica e a consultare cataloghi, poi mi sono rivolto agli esperti”, ha spiegato il pensionato, con il risultato che Klaus Finthe, uno dei luminari della filatelia tedesca ha confermato la sensazionale scoperta. “Il francobollo e’ autentico al 99%”, ha dichiarato l’esperto, “probabilmente vale anche piu’ del Mauritius blu!”. Il valore del francobollo e’ dovuto a un minuscolo errore di stampa, ma anche perche’ in circolazione ne esistono solo due altri esemplari, uno custodito nel Museo della Posta di New York ed un altro in possesso di un miliardario californiano. Prima di far mettere all’asta il suo francobollo, pero’, il pensionato di Dresda dovra’ attendere che la ‘Philatelic Foundation” di New York ne abbia attestato l’autenticita’. (AGI)