|

“In Italia meno libertà che in Kazakistan”

Il Legatum Prosperity Index è la classifica che viene effettuata ogni anno per monitorare l’indice del benessere mondiale e l’Italia risulta ben lontana dai primi posti del podio.

LEGGI ANCHE: Perché il capitalismo Frankenstein fa fallire le nazioni –Foto

IL CASO – La classifica viene effettuata dal Legatum Institute e non prende in considerazione solo l’andamento economico di un paese ma analizza settori come l’educazione, la sanità, le istituzioni democratiche, l’innovazione, il piglio imprenditoriale e il livello della libertà. L’Italia si è piazzata solo al 33esimo posto in una lista di 141 paesi mentre, ad esempio, la Germania difende la 14esima posizione.

guarda le immagini:

LA CLASSIFICA – “Per farla breve, i soldi non rappresentano il solo fattore di analisi, quello che si considera è anche il dato personale del popolo e di quanto la via risulti ‘soddisfacente’ perché l’indice serve a delineare un quadro generico più grande”, ha dichiarato Jeffrey Gedmin del Legatum Institute. In testa alla classifica ci sono i paesi del nord come Norvegia, Danimarca e Svezia, i paesi europei sono tutti tra i primi trenta posti, ad eccezione di Grecia (49esimo) e Italia. La Grecia, solo nell’ultimo anno, ha perso nove posizioni ma il dato sorprendente è che gli Stati Uniti sono usciti dalla top ten e adesso si trovano al dodicesimo posto: il peggioramento ha coinvolto cinque settori, soprattutto quello delle opportunità imprenditoriali. Sul sito prosperity.com è possibile confrontare i dati dell’Italia, con quelli degli altri paesi, grazie al grafico simultaneo che ne sovrappone i risultati.

BENESSERE MONDIALE – L’Italia si difende bene nel settore della Sanità, dove riesce ad occupare la 19esima posizione ma nel settore dell’economia scende addirittura a 36.

Questa è la comparazione dei dati Italia – Germania, dove si può notare il sorpasso tedesco:

Nonostante qualche clamorosa retrocessione, in media, la prosperità e il benessere sono aumentati in tutto il mondo dopo il 2009 eppure le persone si sentono indifese, soprattutto in paesi come l’America Latina: sulla sicurezza la Germania si piazza 21esima e l’Italia 42esima. Il dato più imbarazzante che riguarda l’Italia è quello della libertà personale perché il nostro paese si adagia sulla 57esima posizione: per fare un confronto, la Germania è in dodicesima posizione, la Russia al 119esimo posto ma il Kazakistan al 43esimo posto.

 

LEGGI ANCHE:

(Photo Credit/Getty Images/Prosperity.com)